Botte e mazzate al padre: 35enne arrestato e portato in carcere

Bergamo, le violenze duravano da almeno 5 anni. Il figlio chiedeva di continuo denaro per la droga

L'uomo è stato arrestato e portato in carcere

L'uomo è stato arrestato e portato in carcere

Gorle (Bergamo), 30 gennaio 2024 – I carabinieri della Tenenza di Seriate hanno arrestato un tossicodipendente di Gorle per maltrattamenti ed estorsione nei confronti del padre. L'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal tribunale di Bergamo, è stata eseguita giovedì 25 gennaio a carico di un 35enne che dal 2018 usava violenza nei confronti del padre 63enne, con cui conviveva. Tali atteggiamenti consistevano in quotidiane offese, minacce, percosse e vessazione psicologica sfociati nel tentativo di accoltellamento risale del 17 gennaio.

Nell’estate del 2023, invece, il 35enne aveva aggredito il padre con una mazza in legno, colpendolo al capo e provocandogli un'ecchimosi. Sempre per lo stesso motivo: i soldi per la droga. Comportamenti violenti spesso accompagnati dalla richiesta di denaro necessario per l’acquisto di sostanze stupefacenti, specialmente cocaina. L’arrestato ha numerosi precedenti per reati contro il patrimonio e spaccio di droga. Ora si trova nella casa circondariale di Bergamo a disposizione dell’autorità giudiziaria.