Un’immagine della serata inaugurale di BergamoScienza del 2016
Un’immagine della serata inaugurale di BergamoScienza del 2016

Bergamo, 31 agosto 2017 - Oltre 190 eventi gratuiti e un Nobel per la Medicina. Se già lo scorso anno i numeri erano stati strepitosi – 152.600 partecipanti, 9.704 collegamenti streaming per assistere ai 20 eventi live, 3.560 giovani volontari –, questa quindicesima edizione di BergamoScienza ha tutte le caratteristiche per fare ancora meglio. Il festival di divulgazione scientifica verrà inaugurato sabato 30 settembre alle 17.30 al Palazzetto dello Sport e proseguirà, per 16 giornate, fino al 15 ottobre. Sedici giornate di conferenze, laboratori interattivi, spettacoli, mostre. Tutti eventi gratuiti. Tra gli ospiti, uno davvero d’eccezione, venerdì 13 ottobre alle 21 al Teatro Sociale: Mario Renato Capecchi, genetista nato in Italia e naturalizzato in America, ideatore del gene targeting, tecnica che consente di ottenere nei topi specifiche mutazioni genetiche utili per lo studio di malattie umane come il cancro e il diabete, ricerca grazie alla quale ha vinto nel 2007 il Nobel per la Medicina.

Non solo medicina. La scienza sarà la protagonista assoluta in tutte le sue componenti: fisica, chimica, neuroscienze, medicina, biologia, tecnologia. Ma anche green economy. E poi sarà trattato anche l’aspetto più artistico – musica, teatro, letteratura – creando così un intreccio di sapere e spettacolo che promuove e diffonde la cultura scientifica in un pubblico ampio e variegato, con un linguaggio accessibile a tutti. Non solo incontri, anche spettacoli, in collaborazione con la rassegna Contaminazioni Contemporanee, che continua a portare in città grandi nomi della musica internazionale per esibizioni e concerti. Infine la scuola: 58 istituti che presenteranno i loro progetti, che da mesi stanno tenendo impegnati 400 insegnanti e 2.800 studenti, per un totale di più di 100 eventi. Tutto il programma su www.bergamoscienza.it.