Effetto Cultura. Boom di turisti. Bergamo meglio della Leonessa

I capoluoghi registrano un incremento di oltre il 6% di presenze ma nei pernottamenti in netto vantaggio la città dei Mille.

Effetto Cultura. Boom di turisti. Bergamo meglio della Leonessa
Effetto Cultura. Boom di turisti. Bergamo meglio della Leonessa

Capitale italiana della cultura? Vale il +6,74% di presenze giornaliere complessive tra Brescia e Bergamo rispetto al 2022, ma nei pernottamenti la Città dei Mille batte la Leonessa. Sono alcuni dei dati dall’analisi dei comportamenti delle utenze telefoniche tra gennaio e settembre, elaborati da PoliS-Lombardia. Cosa rivela l’analisi? Per entrambe le città, tra gennaio e settembre 2023 su 2022, c’è l’aumento del numero di presenze giornaliere: +9,48% Bergamo (da 20 a 22 milioni), +4,48% Brescia (da 24,6 a 25,7 milioni), con un +6,74%. L’analisi di Luigi Casella dice che sono, invece, differenti le tendenze per il numero di utenze uniche mensili pernottanti (almeno una notte in città): se a Bergamo c’è un lieve aumento (+2,28% in media, con punte del +21% a maggio ed un calo del -19% ad aprile), a Brescia osserviamo una diminuzione del numero di utenze (-3,48%). I trend per le città sono da leggersi in via differente: per Brescia le singole utenze diminuiscono, ma tendono a rimanere per più giorni in città; per Bergamo c’è un aumento del numero di persone attratte in città, sia un aumento delle permanenze. La foto va inserita in un contesto, in cui il turismo sembra aver subito un contraccolpo soprattutto in estate, per gli alberghi. Il monitoraggio sull’occupazione delle stanze di Italian Monitor Hotel evidenzia trend in calo dopo il boom 2022: Como vede il segno meno da luglio, Milano fa -3,8% a luglio, Brescia -3,7% ad agosto, Bergamo -3% a luglio e -0,7% ad agosto. Va detto che, per quanto la geografia del turismo in Lombardia sia più diversificata, la parte del leone continua a farla Milano: su 280 Comuni con almeno una vocazione turistico-culturale (classificazione Istat), Milano fa da solo circa la metà delle presenze.

Federica Pacella