Cremonese, sfida verità. Stroppa: "Niente errori"

Torna Castagnetti. Falletti partirà dalla panchina. Il tecnico alza la guardia:. "Non voglio concedere nulla".

Cremonese, sfida verità. Stroppa: "Niente errori"

Cremonese, sfida verità. Stroppa: "Niente errori"

Molte delle certezze della Cremonese passeranno dal match di oggi. Non solo perché la formazione di mister Giovanni Stroppa si gioca un pezzo fondamentale della stagione, arrivati ormai alla 28esima giornata di campionato, ma perché lo farà con una diretta contendente nella gara in corso per la promozione diretta in massima divisione.

Il Como, vicino di casa del club di Arvedi,a quota 52 punti, dista solo una lunghezza dalla Cremonese e arriva allo Zini con le stesse ambizioni dei padroni di casa da quando ha deciso di affidarsi al gallese Osian Roberts per la panchina e all’ex fenomeno spagnolo e azionista in società, Cesc Fabregas.

Consapevole dell’entusiasmo degli avversari, del gioco spumeggiante e soprattutto dell’attacco rinforzato grazie all’innesto di Strefezza, mister Giovanni Stroppa non vuole cedere di un millimetro: "Non possiamo concedere niente al Como: portare a casa la posta piena potrebbe contare molto. Abbiamo rispetto del Como, sappiamo di affrontare una squadra forte e cercheremo di fare la nostra partita".

Per raggiungere l’obiettivo la formazione di casa dovrà fare a meno dello squalificato Johnsen mentre potrà contare sulla piena disponibilità di Castagnetti, recuperato al cento per cento. Pericolo rientrato per Falletti, che dopo la botta subita nella precedente gara contro il Modena sarà a disposizione, probabiente partendo dalla panchina.

CREMONESE (3-5-2): Jungdal; Antov, Ravanelli, Bianchetti; Zanimacchia, Pickel, Castagnetti, Abrego (Falletti), Sernicola; Vazquez, Coda.