Como, c’è il Parma: "Sfida che affascina"

Il Como affronta il Parma in un match cruciale per la classifica. Infortuni e cambiamenti tattici per entrambe le squadre. Roberts e Pecchia pronti alla sfida.

Como, c’è il Parma: "Sfida che affascina"

Il duo Fabregas e Roberts alla guida del Como

Sinigaglia esaurito, con mille posti in più, per il big match di oggi pomeriggio alle 16,15 fra Como e Parma. La partita è determinante ai fini della classifica, per le prime posizioni di entrambe le squadre. A causa dei gravi infortuni di Kone e Baselli e con Cutrone ancora indisponibile, Roberts è costretto a cambiar modulo e uomini. Avendo solo tre centrocampisti in condizione Bellemo, Abildgaard e il giovane Braunoder, si giocherà con il 4-3-2-1 o il 4-3-3.

In difesa ritorna Odenthal e viene escluso Barba, a centrocampo sulla destra viene inserito uno fra Iovine o Ballet. In fase offensiva verrà escluso un trequartista probabilmente Da Cunha a favore di Verdi e Strefezza. In attacco l’unica punta probabilmente sarà Nsame, che settimana ha fatto molto bene in allenamento al posto di Gabrielloni, ma anche Fumagalli e Gioacchini hanno qualche possibilità di entrare nella ripresa.

"Il Parma è pericoloso negli ultimi minuti, dobbiamo stare attenti fino alla fine" dice Roberts "ma dobbiamo vincere per ridurre il gap, con loro".

Fabio Pecchia, allenatore del Parma, nopn ha dubbi: "Il Como non avrà Konè e Baselli, ma non vedo una squadra in flessione. Il risultato di Palermo inganna, ho visto una squadra viva e bella. Sanno fare giocate in velocità e di qualità. Non affronteremo una squadra in difficoltà. Ora ogni partita sarà decisiva, ma noi dobbiamo pensare solo ed esclusivamente alla prossima gara ed affrontarla con lo stesso spirito di sempre".

(4-3-2-1): Semper; Curto, Goldaniga , Odenthal, Ioannou; Iovine, Abildgaard, Bellemo; Strefezza, Verdi; Nsame.