Mozzo, una rissa con due feriti fuori dal bar: revocata la licenza al titolare

Il locale è stato al centro di numerosi gravi episodi e dopo diverse sospensioni dell’attività, si è arrivati al provvedimento del questore

L'intervento dei carabinieri
L'intervento dei carabinieri

Mozzo (Bergamo) – Revocata la licenza a un bar di Mozzo, nella Bergamasca, dopo il ripetersi di episodi gravi come risse e accoltellamenti, oltre che rumori molesti. Sono stati i carabinieri della stazione di Curno a notificato al titolare del locale il provvedimento di revoca della licenza.

La decisione è stata presa a seguito della segnalazione alla competente autorità da parte dei carabinieri, i quali sono intervenuti in più occasioni nei pressi del locale per gravi eventi di disordine. L'ultimo intervento risale alla notte del 24 settembre quando è stata segnalata una violenta rissa all'esterno del locale durante la quale due persone sono rimaste ferite, uno alla testa con una bottigliata mentre l'altro al fianco con un fendente.

Gli episodi dagli avventori del bar, le reiterate violazioni penali e amministrative da parte della proprietà e le segnalazioni di degrado da parte della cittadinanza, fortemente allarmata da questi eventi, hanno evidenziato come l'esercizio in questione rappresenti un concreto pericolo per l'ordine e la sicurezza pubblica. Alla luce degli elementi raccolti dai carabinieri della stazione di Curno ed in considerazione che il locale, negli ultimi anni, era stato già colpito da diversi provvedimenti di sospensione dell'attività, il Questore di Bergamo ha emesso il decreto di revoca della licenza.