Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
4 mar 2022

Bombe del ’93, la rabbia di Rosa Belotti

Perquisita l’abitazione della donna sospettata di essere la bionda che guidava l’auto imbottita di tritolo. Urla dal balcone contro i cronisti

4 mar 2022
francesco donadoni
Cronaca

di Francesco Donadoni La perquisizione mercoledì nel primo pomeriggio, intorno alle 14. Ad agire sono i carabinieri del Ros di Firenze. Hanno un indirizzo preciso ad Albano Sant’Alessandro. È un gruppetto di villette che si guardano. Quella cui sono interessati militari del raggruppamento operativo è color marroncino. Qui abita Rosa Belotti, 57 anni. È lei il motivo del blitz. È sospettata di essere coinvolta nell’esecuzione materiale con funzioni di autista della Fiat Uno imbottita di tritolo che nella notte tra il 27 e 28 luglio 1993 esplose in via Palestro, a Milano, fuori dal Padiglione di Arte Contemporanea (5 morti), in concorso con appartenenti a Cosa Nostra già condannati con sentenza definitiva. È indagata, verrà interrogata nei prossimi giorni, come ha confermato il suo avvocato, Emilio Tanfulla, che assiste anche suo marito, Rocco Di Lorenzo. Ma questa è un’altra storia. L’ abitazione è stata perquisita su delega dei due procuratori aggiunti di Firenze Luca Tescaroli e Luca Turco. Sono arrivati a lei da una foto trovata nel 1993 durante una perquisizione e dall’identikit della donna alla guida della Fiat Uno fatta esplodere ricostruito grazie a un testimone oculare, oltre che attraverso indagini tecniche. Perquisizione resa necessaria, secondo la procura di Firenze, allo scopo di individuare documentazione, cartacea o digitale, appunti, ricevute, per verificare l’ipotesi delittuosa e i rapporti con le persone che avrebbero partecipato alla strage in via Palestro. Lei a quell’epoca aveva 29 anni. Un testimone oculare avrebbe visto in volto Rosa Belotti almeno in un paio di occasioni: quando è scesa dall’auto e quando ha raggiunto il lato passeggero. Durante la perquisizione i carabinieri del Ros hanno sequestrato cellulari per accertare tutta la messaggistica. La notizia della perquisizione gira in fretta. "Cosa volete da me, andate via, ne ho abbastanza". Ha l’aria minacciosa Rosa Belotti, quando ieri mattina ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?