Milano, 9 ottobre 2017 - Tremila posti di lavoro e lo sviluppo di un importante indotto nel settore medico e farmaceutico, oltre a un significativo balzo in avanti nella reputazione internazionale. Sono gli effetti che, secondo il sindaco Giuseppe Sala, porterebbe a Milano l'assegnziazione dell'Agenzia europea del farmaco (Ema), la cui sede sarà decisa a fine novembre.

Il primo cittadino ha parlato questa mattina, lunedì 9 ottobre, ai microfoni di Rtl 102.5 dicendo che Milano "è messa decisamente bene per sperare. Ovviamente i concorrenti sono temibili ma siamo messi bene". "Milano è pronta - analizza Sala - il nostro dossier è stato valutato positivamente: per i tre aeroporti, per le infrastrutture e per le scuole, dal momento che abbiamo 15mial studenti stranieri. Però dobbiamo aver tutti chiaro che sulla decisione influiranno tre fattori: la qualità della proposta; che cosa c'è già a livello di agenzie europee nei vari Paesi e un altro fattore, spero. Ovvero quanto un Paese sta dando all'Europa, e in questo momento, penso per esempio in tema di immigrazione, l'Italia sta dando molto".