Milano, 20 dicembre 2016 - Figlio di quella Milano popolare del quartiere Calvairate (Zona 4), Mirko Martorana, in arte Rkomi, ha solo vent'anni ma ha già capito che il suo futuro è adesso. La sua "Aeroplanini di Carta" (feat. Izi) in pochi mesi ha raggiunto più di un milione e 650mila visualizzazioni su Youtube e oggi, il giovane artista del collettivo Thaurus, approda online con un nuovo singolo “Fuck Tomorrow”. A veicolare il dirompente messaggio di Rkomi sono i beat del raffinato producer The Night Skinny con una base contenente un sample vocale di NAS, il tutto accompagnato da uno street video girato sotto la guida dei registi e videomaker Edoardo Bolli e Antonio Ragni.

Il rapper milanese Rkomi (Ph Antonio Ragni)

Secondo il rapper, in una società oppressa dal peso delle problematiche quotidiane è sempre più facile arrendersi a piazze di spaccio e piccola criminalità diffusa, per questo il brano “Fuck Tomorrow” offre un reale spaccato delle dinamiche intrinseche allo scorrere della vita dei giovani nei quartieri invitandoli a non aspettare il domani per cambiare le regole del gioco. Un invito a tutti i coetanei a pensare con la propria testa, a riprendere in mano la propria vita senza lasciarsi trasportare passivamente dagli eventi: "E' necessario avere coraggio, prendendo delle decisioni oggi e subito perché il futuro è adesso e Fuck Tomorrow".

La scelta di un video interamente girato al confine con la Slovenia, completamente in bianco e nero, evidenzia maggiormente la forza identificativa del testo: un linguaggio diretto, libero da censure e false ipocrisie, per descrivere l’effettiva condizione comune a molti giovani. Con una spontaneità quasi disarmante e grazie ad un sound coinvolgente in grado di catturare sin dalle prime note, il flow di Rkomi e le musiche di The Night Skinny dialogano perfettamente in un tutt’uno inedito.

Il backstage del nuovo video di Rkomi: "Fuck Tomorrow" (Ph Antonio Ragni)

L’upgrade nello stile musicale e nel modo di rappare è ben evidente. “Fuck tomorrow” segna così il ritorno in grande stile di The Nigth Skinny, che a circa due anni di distanza da “Zero Kills” potrebbe rimettersi in discussione con un nuovo lavoro. “Sono molto legato a questo nuovo progetto - dichiara The Night Skinny – è il frutto del lavoro di una continua ricerca musicale che trascende il tempo tra passato e presente per abbracciare il futuro…. il rap italiano sta vivendo un forte ricambio generazionale, solo chi saprà rendere il presente futuro sarà in grado di ritagliarsi la propria fetta di torta nella scena, grande o piccola che sia".