Milano, 1 dicembre 2017 -  Il ponte dell'Immacolata si avvicina e i milanesi iniziano ad organizzarsi per trascorrere qualche giorno di vacanza. Come? Con viaggi organizzati, buone le prenotazioni per quasi la meta' degli operatori con prenotazioni in lieve crescita rispetto ai periodi normali. Per un operatore su due gli affari sono aumentati in questi giorni di ponte rispetto al resto dell'anno e per quasi la metà delle agenzie il mese di dicembre pesa un quinto di tutto l'anno. Un quadro di settore per questi giorni e' stato infatti realizzato dalla Camera di commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi e Fiavet Lombardia (Confcommercio Milano). Un settore, quello dei viaggi, che conta oltre mille agenzie con un business annuale da 1,3 miliardi, di cui circa 25 milioni di euro di affari nella settimana di S. Ambrogio. Ponte che durerà na settimana (da 5 a 7 giorni) per quattro operatori su dieci, mentre per il 12% durera' anche oltre una settimana, con una spesa di oltre 2.000 euro in un caso su tre.

"Il mese di dicembre con le feste - ha detto Luigi Maderna, presidente Fiavet Lombardia - rappresenta un periodo tradizionale per i viaggi secondo solo all'estate. Quest'anno le agenzie continuano a lavorare sui viaggi verso le isole calde e verso i mercatini in Italia e in Europa. Bene le vacanze in montagna per il clima che si presenta favorevole. Quest'anno in particolare in molti scelgono una vacanza prolungata grazie al ponte lungo". Dallo studio si evince come Roma, Firenze e la neve del Trentino siano le tre mete principali per i milanesi che decidono di restare in Italia, mentre Caraibi, Maldive e mari internazionali, Londra, Vienna, Berlino, Madrid e capitali europee le scelte piu' gettonate per chi ha puntato sull'estero. Mete principali: citta' d'arte (per cinque turisti su dieci) e mare all'estero (per due su dieci).

In sette casi su dieci viaggiano le coppie, soprattutto marito e moglie e fidanzati. Parlando di servizi turistici, tra agenzie di viaggio e tour operator la Lombardia concentra il grosso del settore in Italia. In regione ci sono infatti oltre 2.400 imprese (una su sei del totale italiano di settore) con 9.160 addetti e 1,85 miliardi di fatturato. Il dato italiano e' di 15.697 imprese con 45.000 addetti e un business da 7,5 miliardi di euro. Nella solo Milano ci sono 1.115 imprese con 5.899 addetti e 1,3 miliardi di affari. Quello dei servizi turistici e' un settore che e' rimasto stabile tra 2016 e 2017. A livello provinciale, dopo Milano e le sue oltre mille imprese vengono poi Brescia con 287 imprese, Bergamo con 212, Varese con 170 e Monza e Brianza con 168. In un anno a crescere e' stara soprattutto Como (+4%). Questi numeri emergono da un'elaborazione della Camera di commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi sui dati del registro imprese al 2017 e 2016.