Quotidiano Nazionale logo
7 apr 2022

Malpensa, arriva il diktat di Enac: "Il Terminal 2 va subito riaperto"

L’ente nazionale aviazione civile ha inviato il richiamo a Sea, la società che gestisce l’aeroporto

Enac ritiene necessaria la riapertura del Terminal 2 di Malpensa, riposizionando qui i voli low cost
I passeggeri di un volo low cost

Malpensa, 8 aprile 2022 - Malpensa va riaperto. A sollecitare Sea in questa direzione l’Enac (ente nazionale aviazione civile) che ha inviato nei giorni scorsi il richiamo alla società che gestisce gli aeroporti di Malpensa e Linate. Nessun commento ieri al documento arrivato da Roma da parte della società che presenterà la sua replica nelle sedi opportune. Solo alcuni giorni fa durante la Commissione Malpensa convocata a Gallarate, Alessandro Fidato (chief operating officer di Sea) sollecitato sull’argomento aveva ribadito che il Terminal 2 rimaneva chiuso, confermando quanto già comunicato dalla società, alla fine dello scorso anno, cioè la previsione di non riaprire prima del 2026. Il T2, scalo di riferimento di easyJet, è chiuso dal 15 giugno 2020, quando il trasporto aereo stava subendo il tracollo causato dalla pandemia, il settore si sta riprendendo ma come ricordato da Fidato il volume di traffico non è ancora tale da poter avere in attività i due Terminal.

Per il 2022 si prevedono a Malpensa circa 19 milioni di passeggeri, quota che può essere gestita con i due terzi del Terminal 1. Inoltre ci sono i costi: riaprire il T2 richiederebbe oggi 6 milioni di euro e in questo momento per Sea non è il caso di spenderli. Quindi a fronte del traffico ancora ridotto rispetto al periodo pre Covid, - 44% rispetto al 2019, il gestore punta a concentrare l’attività sul Terminal 1. Di diverso avviso è Enac che ritiene necessaria la riapertura del Terminal 2, riposizionando qui i voli low cost. Sostiene l’ente nazionale: "Si ritiene necessario procedere alla riapertura del terminale T2 mettendo in atto da subito tutte quelle attività e opere necessarie per ristabilire la piena operatività". Quindi "la scelta di prolungare la chiusura del T2 fino al 2026, non e` condivisibile alla luce delle attuali previsioni di ripresa del traffico".

Questione principale è quella della sicurezza, per questo Enac chiede "di predisporre un elaborato integrativo che fornisca una simulazione operativa sulla gestione del traffico aereo con l’utilizzo esclusivo delle sole aree di sosta in corrispondenza del terminal T1 focalizzando l’analisi anche sui possibili attraversamenti delle Runways". A sollecitare la riapertura del T2, dopo il lieve incidente tra due aerei al parcheggio, anche il sindacato Cub Trasporti che con Renzo Canavesi conclude "Auspichiamo che Sea ascolti Enac".

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?