Quotidiano Nazionale logo
19 apr 2022

Incidente A9: tamponato, scende per vedere i danni e viene investito e ucciso

Niente da fare per un 49enne di origine albanese: guidava l’utilitaria occupata anche da compagna e figlia di 4 anni

La polizia stradale in azione sull’autostrada A9
La polizia stradale in azione sull’autostrada A9
La polizia stradale in azione sull’autostrada A9

È stato travolto davanti agli occhi dei suoi familiari, dopo essere sceso dalla sua auto per verificare i danni di un tamponamento avvenuto verso la mezzanotte di Pasqua, sull’autostrada A9 Lainate-Como-Chiasso, nel tratto di Gerenzano, tra Turate e Saronno. Ndricim Gjuzi, 49 anni di origine albanese, residente nel Salernitano, era alla guida di una Fiat Panda, diretta verso Milano, su cui viaggiavano anche la compagna di 41 anni e la figlia di 4 anni. L’incidente, secondo quanto ricostruito dalla polizia stradale nell’immediatezza, sarebbe avvenuto sulla corsia centrale, dove l’utilitaria è stata tamponata da una Opel Corsa su cui c’erano tre persone, di età tra i 25 e 40 anni. Era stato un incidente da poco: dopo un’occhiata, i due conducenti avevano deciso di risalire sulle auto e spostarsi sulla corsia di emergenza, alla loro destra, per la costatazione amichevole: a quel punto, la Opel si sarebbe spostata per prima, mentre Gjuzi, che stava per risalire sulla Panda, è stato travolto da una terza auto, arrivata in quel momento che lo ha colpito in pieno, uccidendolo sul colpo davanti agli occhi della compagna e della bimba. Tutte le altre persone coinvolte nel tamponamento, e nell’incidente successivo, sono rimaste illese. Per ricostruire la dinamica, sta lavorando la polizia stradale, coordinata dalla Procura di Busto Arsizio. P.P.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?