SARA GIUDICI
Cronaca

Sos dei vigili del fuoco. Caserma inagibile per il tetto danneggiato. Colpa della grandine

Lo stabile di via Stra Madonna è stato colpito pesantemente. Ora a causa delle infiltrazioni la struttura è inutilizzabile. .

Sos dei vigili del fuoco. Caserma inagibile per il tetto danneggiato. Colpa della grandine

Sos dei vigili del fuoco. Caserma inagibile per il tetto danneggiato. Colpa della grandine

Il maltempo non dà tregua sui cieli saronnesi e i problemi si moltiplicano in numero e gravità. Ne è un esempio la caserma dei vigili del fuoco di via Stra Madonna, lo stabile ha riportato una serie di danni da luglio a oggi da essere inagibile "Le grandinate estive hanno provocato diversi danni – spiega il comandante provinciale Mario Abate – e ora le infiltrazioni sono tali che la struttura per motivi di sicurezza e prudenziali è inutilizzabile. Ci siamo subito mobilitati, anche grazie all’interessamento del Prefetto, per recuperare i fondi. L’iter burocratico ha richiesto del tempo ma ora abbiamo provveduto all’affidamento. Il cantiere dovrebbe partire a breve e concludersi nel mese di ottobre". Del resto i pompieri avevano già fatto di necessità virtù prodigandosi in alcune riparazioni a luglio dopo le prime grandinate. Ora però la situazione all’interno dell’edificio a causa dei danni sul tetto è seria: "Al momento siamo impegnati in diversi interventi di aiuto alla popolazione e ovviamente gli interventi di soccorso non subiscono nessuna variazione – conclude il numero uno provinciale – C’è un problema logistico per cui ci stiamo attrezzando. Al momento soprattutto la notte la squadra si appoggia al distaccamento di Busto Arsizio ma stiamo anche pensando ad alcune soluzioni alternative come l’uso delle nostre apparecchiature di colonna mobile per permettere ai vigili di avere una soluzione logistica su Saronno". Tra le possibili proposte anche quella dell’uso di uno stabile comunale: "Ho contattato il sindaco (Augusto Airoldi ndr) per vedere che ci sia una struttura che possa essere utilizzata nel periodo necessario alla sistemazione dello stabile. Sono tutte soluzioni che sono al vaglio. Da scegliere la migliore a breve". Del resto anche il sindaco Augusto Airoldi è alla prese con un problema analogo, i frequenti allagamenti al palazzo comunale. Un problema che si ripresenta a ogni temporale. Così ieri è arrivata una protesta silenziosa ma efficace. Ormai da mesi la situazione del Municipio è precaria. A ogni temporale o acquazzone allagamenti e infiltrazioni. Anche ieri arrivando al lavoro i primi dipendenti hanno trovato ascensori e scale invasi dall’acqua.