Saltrio, danneggiata la targa dedicata a Liliana Segre

Il sindaco Maurizio Zanuso ha condannato il gesto: “Speriamo di ripristinarla in occasione della Giornata della memoria”

Liliana Segre (immagine d'archivio)

Liliana Segre (immagine d'archivio)

Saltrio (Varese), 5 gennaio 2024 – A Saltrio, in provincia di Varese, uno o più vandali hanno danneggiato la targa posata accanto alla scultura di Sara Marioli il 25 aprile 2022 a ricordo del passaggio di Liliana Segre e di suo padre in fuga verso la Svizzera. Qualcuno ha cercato di cancellare il nome della senatrice a vita e ora i volontari degli Amici del Monte Orsa hanno cercato di rimediare riscrivendo il nome della senatrice a vita con un pennarello indelebile.

Ma questa è una soluzione temporanea e si attende che la targa venga rifatta. “Un gesto da imbecilli, – ha commentato il sindaco di Saltrio Maurizio Zanuso – Ci stiamo attrezzando per rifare la targa e proteggerla con uno schermo in plexiglass per evitare futuri danneggiamenti. L’augurio è di riuscire a posare la nuova targa in una giornata simbolica come il prossimo 27 gennaio, nel Giorno della Memoria”.

L’8 dicembre scorso grazie all’impegno dell’associazione Amici del Monte Orsa e dei comuni di Saltrio, Clivio e Viggiù è stato inaugurato il “Sentiero del silenzio”, il percorso compiuto dalla senatrice quando insieme al padre cercò la salvezza tentando di raggiungere la Svizzera per salvarsi dalla persecuzione nazista.

Ma il tragico destino portò entrambi nel campo di sterminio di Auschwitz, orrore da cui

sopravvisse e di cui è diventata testimone.