LORENZO CRESPI
Cronaca

Prevenire gli infortuni Intesa sulle buone pratiche

Sindacati e Confindustria Varese incrementano le tutele per i lavoratori "La competitività delle nostre pmi dipende anche da questo tipo di scelte".

Prevenire gli infortuni  Intesa sulle buone pratiche

Prevenire gli infortuni Intesa sulle buone pratiche

di Lorenzo Crespi

Un anno fa Confindustria Varese e i sindacati Cgil, Cisl e Uil siglavano una strategia condivisa per il rafforzamento dell’utilizzo dei "break formativi" in azienda. Dodici mesi dopo c’è un nuovo passo avanti nell’azione di sensibilizzazione tra le imprese delle buone prassi in ambito di sicurezza sul lavoro. L’associazione di categoria e le tre sigle sindacali hanno infatti firmato un nuovo accordo, in occasione della recente Giornata Mondiale della sicurezza sul lavoro. Si tratta dell’istituzione del premio "Best Practices Sicurezza sul Lavoro Varese 2023", che assegnerà riconoscimenti a chi si distinguerà per attività virtuose sul tema nell’ambiente aziendale. L’accordo si colloca nel più ampio ambito dei tavoli di lavoro avviati dal prefetto di Varese con le parti sociali per migliorare le condizioni di sicurezza nelle realtà produttive del territorio. L’obiettivo è quello di diffondere e coltivare una cultura del lavoro sempre più improntata a strategie di prevenzione, anche attraverso la condivisione tra le stesse aziende delle proprie esperienze e azioni virtuose a cui altre realtà possano ispirarsi.

"Crediamo fermamente - sottolinea il presidente di Confindustria Varese Roberto Grassi - che sia fondamentale, per uno sviluppo sostenibile, mettere al centro delle nostre realtà imprenditoriali le persone, la loro sicurezza, la loro salute e la loro qualità della vita. Questo lavoro di squadra tra le parti sociali è un’ulteriore dimostrazione delle proficue relazioni industriali consolidate sul territorio. Siamo convinti che la costruzione e la difesa della capacità competitiva di un sistema economico passi anche da qui". Per Stefania Filetti, Daniele Magon e Antonio Massafra, segretari generali rispettivamente di Cgil Varese, Cisl dei Laghi e Uil Varese, "La cultura del lavoro e della sua qualità passa indubbiamente non solo dal doveroso rispetto delle norme esistenti, ma anche dalla promozione di livelli superiori di collaborazione fra tutti i soggetti coinvolti sulla prevenzione dagli infortuni sul lavoro. Per rendere concreto il necessario cambiamento culturale sulla sicurezza serve un approccio di reciproco riconoscimento e ascolto, di collaborazione vera e proattiva fra imprese e rappresentanze sindacali". All’iniziativa potranno partecipare le imprese associate a Confindustria Varese. Per farlo dovranno candidarsi compilando il questionario on-line su confindustriavarese.it entro il 31 ottobre 2023.