Motociclisti, domenica nera Un morto e un ferito grave si allunga la scia di sangue

Nella Bergamasca deceduto un uomo di 37 anni, in ospedale anche l’automobilista coinvolto. A Crema in prognosi riservata ventitreenne, gamba compromessa dopo una carambola.

Motociclisti, domenica nera  Un morto e un ferito grave  si allunga la scia di sangue

Motociclisti, domenica nera Un morto e un ferito grave si allunga la scia di sangue

CALCINATE (Bergamo)

Tragico incidente sulle strade della Bergamasca. Un motociclista di 37 anni di Seriate ha perso la vita sulla statale 498, la Soncinese, a Calcinate. Ancora in fase di accertamento l’esatta dinamica. Ma da una prima ricostruzione pare che all’origine dello schianto tra la moto condotta dal trentasettenne e un’auto, al cui volante c’era un trentaduenne, ci sarebbe un’ invasione di corsia da parte del motociclista. Il conducente dell’auto avrebbe cercato invano di evitare l’impatto. Dopo lo scontro il centauro è caduto sull’asfalto riportando gravi contusioni. La centrale operativa del 118 ha inviato sul posto un’ambulanza e un’auto medica, ma nonostante l’intervento del personale sanitario del 118, per il centauro non c’è stato nulla da fare. Ferito lievemente il conducente dell’auto, portato all’ospedale Bolognini di Seriate per accertamenti. Per i rilievi sono intervenuti i carabinieri del comando provinciale di Bergamo.

Gravi nel Cremasco le condizioni di un motociclista ventitreenne di Cremosano. Il giovane ha dapprima urtato un’auto poi, con la moto ormai fuori controllo, è finito contro due vetture regolarmente parcheggiate sulla destra della carreggiata. Nell’impatto, gravissime le lesioni riportate a una gamba. È ricoverato con prognosi riservata all’ospedale di Cremona.

Incidenti anche sulle montagne della Valle Seriana e della Valle Brembana. Le richieste di intervento sono partite a poca distanza di tempo l’una dall’altra: poco dopo le 12 da Carona, intorno alle 12,30 da Valbondione. A Carona un uomo di 37 anni è stato colpito da una scarica di sassi, ma se la caverà. Lesioni,ma non gravi, anche per una escursionista caduta in valbondione mentre percorreva il sentiero che porta al Brunone. Valbondione una donna è caduta mentre percorreva il rifugio che porta al Brunone.

Francesco Donadoni

e Pier Giorgio Ruggeri