GRAZIANO MASPERI
Cronaca

Malpensa, si dimentica di fare il check-in e corrompe l’addetta all’imbarco

Una passeggera francese e l’impiegata dell’accettazione sono state denunciate dalla Polizia di frontiera

L'area imbarchi dell'aeroporto di Malpensa

L'area imbarchi dell'aeroporto di Malpensa

Malpensa (Varese) – Due donne, una passeggera di nazionalità francese e un’impiegata addetta a un banco accettazione dell’aeroporto di Brindisi, sono state denunciate a piede libero dagli agenti della Polizia di frontiera. Questi ultimi hanno notato, durante le operazioni di check-in, che la seconda avrebbe intascato denaro contante dalla prima anziché ricevere il pagamento con carta di credito o bancomat come previsto dal regolamento.

Gli agenti hanno immediatamente bloccato l’operazione, accertando che la passeggera di nazionalità francese non aveva eseguito il check-in on-line per imbarcarsi sul volo diretto per Milano/Malpensa e che l’impiegata aeroportuale, dietro compenso di denaro, le aveva effettuato la registrazione rilasciandole la relativa carta d’imbarco.

L’operazione è illegale, in quanto i passeggeri che non hanno effettuato il check-in on-line nei tempi stabiliti, ossia fino a due ore prima della partenza del volo, hanno la possibilità di fare l’operazione in aeroporto pagando, però, il supplemento di 60 euro circa.

Quindi l’impiegata e la passeggera sono state indagate in stato di libertà e segnalate per induzione indebita a dare o promettere utilità alla Procura della Repubblica di Brindisi: la prima, quale incaricato di un pubblico servizio, per aver chiesto e intascato indebitamente del denaro, e la seconda per aver accettato l’illecita richiesta, traendone un vantaggio, risparmiando di pagare il previsto supplemento.