La villetta occupata. Attivato un generatore dalla famiglia abusiva: "Rumore insopportabile"

I vicini si sono rivolti ai carabinieri per i disagi causati dagli “ospiti“ .

Ancora problemi in via Del Carso a Magenta. Dopo l’occupazione abusiva, da oltre un mese, della villetta all’angolo con via Curiel, dal cortile dell’abitazione proviene un rumore continuo che infastidisce i residenti: colpa di un generatore di corrente in funzione da alcuni giorni che sta disturbando la quiete pubblica di tutto il vicinato. Alcuni residenti si sono già rivolti ai carabinieri presentando un reclamo. A quanto pare sabato scorso è stata staccata la fornitura di energia elettrica nell’abitazione. Ufficialmente per non meglio precisati lavori di controllo da parte dell’Enel. Nulla a che vedere con il distacco per morosità, perché le bollette continuano ad essere intestate alla proprietaria di casa, una signora anziana che vive a Biella e che ha avviato le pratiche per ritornare in possesso del suo bene. Bollette che, fino a poco tempo fa, ha continuato regolarmente a pagare. Trattandosi di abitazione pressoché inutilizzata, si trattava di bollette di importi molto bassi.

La famiglia abusiva, rom di origine serba, appena ha subito il distacco della corrente ha provveduto a rimediare con un generatore. Peccato che causa un forte rumore, fastidiosissimo soprattutto quando tutto attorno è silenzio. Quindi in orario notturno e, trattandosi di un quartiere dove vivono parecchi anziani, la cosa ha generato non pochi malumori. Pochi giorni prima gli stessi residenti avevano chiamato i carabinieri per via di una coltre di fumo che saliva dal cortile. Stavano, con buona probabilità, bruciando rifiuti.

All’arrivo della pattuglia in servizio, hanno raccontato che stavano semplicemente facendo un barbecue. Fatto sta che in quella zona la pace sembra essere finita. L’avvocato che tutela i diritti della proprietaria, Antonella Giola, con lo studio a Magenta, sta lavorando sia sul fronte penale che su quello civile. Per il civile la prima udienza è stata fissata all’inizio del mese di marzo. Per il penale è stato notificato l’avviso alla donna occupante abusiva in via Del Carso che, in questo modo, è stata messa a conoscenza del procedimento avviato nei suoi confronti. Potrà così comparire o meno alle prossime udienze.