Intrappolati nel rogo al primo piano. Due clochard salvati dai pompieri

Le cause dell’incendio che ha interessato l’edificio abbandonato sono ancora oggetto di accertamenti. Ma non è da escludere che i senzatetto nel rifugio di via Dante abbiano acceso un fuoco per scaldarsi. .

Intrappolati nel rogo al primo piano. Due clochard salvati dai pompieri
Intrappolati nel rogo al primo piano. Due clochard salvati dai pompieri

Salvati dall’intervento tempestivo dei vigili del fuoco due clochard che ieri pomeriggio sono rimasti intrappolati in un edificio abbandonato all’interno del quale si era sviluppato un incendio. La richiesta di intervento dei soccorsi è scattata intorno alle 15, sul posto, lo stabile fatiscente che si affaccia su via Dante, a poca distanza dalla stazione Nord e confinante con il Teatro Sociale Delia Cajelli, sono arrivate le squadre partite dal distaccamento di Busto Arsizio – Gallarate.

Gli operatori, giunti con un’autopompa e un’autoscala, hanno tempestivamente evacuato l’area circostante e quindi messo in atto l’intervento di salvataggio delle due persone senza fissa dimora che erano al primo piano dell’edificio.

Grazie all’utilizzo dell’autoscala i vigili del fuoco hanno potuto raggiungere e portare in salvo i due malcapitati, poi affidati al personale sanitario per accertamenti.

Una volta completata l’operazione di salvataggio, i vigili del fuoco hanno immediatamente avviato le operazioni di spegnimento dell’incendio prontamente domato, quindi l’area è stata messa in sicurezza. Le cause del rogo che ha interessato l’edificio abbandonato sono ancora oggetto di accertamenti, sul posto sono stati raccolti tutti gli elementi utili per individuare l’origine delle fiamme. Non è da escludere che i due clochard abbiano forse acceso un fuoco per scaldarsi.

Va sottolineato che l’immobile abbandonato fa parte dell’area inserita nel piano di riqualificazione della zona delle Nord, con progetti importanti su cui punta l’amministrazione comunale. Solo poche settimane fa il lotto di proprietà privata tra via Dante, via Monti e via Bezzecca con l’edificio fatiscente, è stato aggiudicato all’asta.

Con la nuova proprietà andrà definita nel confronto con il comune la nuova destinazione nell’ambito del piano di rilancio della zona intorno alla stazione Nord con progetti che dopo decenni di attesa daranno un nuovo volto al comparto. Intanto ieri il campanello d’allarme nella struttura fatiscente, da abbattere al più presto, l’incendio in cui hanno rischiato di rimanere intrappolati due clochard.