Il 2023 della Polizia locale. Oltre 40mila ore di servizio: "dalla parte dei cittadini"

Tra i progetti principali “Varese Città Sicura” per il contrasto al degrado urbano e il rafforzamento dell’attività effettuata dalla Polstrada sulle principali arterie .

Il 2023 della Polizia locale. Oltre 40mila ore di servizio: "dalla parte dei cittadini"

Il 2023 della Polizia locale. Oltre 40mila ore di servizio: "dalla parte dei cittadini"

Oltre 40mila le ore di servizio svolte nel 2023 dagli agenti della Polizia locale di Varese. Tra i progetti principali "Varese Città Sicura", con il potenziamento del contrasto al degrado urbano e il rafforzamento dei controlli di polizia stradale. Impiegate in tal senso 857 pattuglie con un numero di quasi 11mila ore di servizio. Il progetto "Sicurezza stazioni" invece ha visto il rafforzamento in orari serali del presidio delle stazioni ferroviarie e delle aree di accesso e fruizione delle linee urbane ed extraurbane. In quest’ambito sono stati svolti 87 servizi con coordinamento sovracomunale come comando capofila per 500 ore di servizio. L’attività di controllo dei vigili di quartiere e del nucleo operativo antidegrado, spesso affiancata anche a servizi coordinati con altre forze di polizia, ha determinato l’esecuzione di 270 controlli in materia di degrado urbano e la redazione di 42 ordini da allontanamento (Daspo urbani), un numero raddoppiato rispetto all’anno precedente.

Agli agenti giunge il ringraziamento dell’assessore alla Polizia locale Raffaele Catalano. "Ognuno di loro svolge un ruolo fondamentale per tutti noi e questo è riconosciuto da tutti i cittadini. Il 2023 ha visto il potenziamento di tanti servizi e progetti, ma anche nel 2024 proseguiremo sulla stessa strada: infatti siamo già partiti con una nuova iniziativa che vedrà agenti in borghese impegnati nel controllo dell’uso del cellulare alla guida".

Durante il 2023 i controlli sulla sicurezza stradale hanno comportato la rilevazione di oltre 18mila casi di violazioni per eccesso di velocità e 2500 violazioni del rispetto degli incroci regolati dai semafori. 130 i casi di guida con apparecchi telefonici o di mancato utilizzo dei sistemi di ritenuta e 50 violazioni di guida in stato di ebrezza alcolica.

Oltre 400 le violazioni riscontrate per la sosta irregolare sugli stalli riservati ai disabili, circa 1300 per la sosta sui marciapiedi. 616 i sinistri stradali rilevati: in 30 casi il responsabile si è allontanato dal luogo dell’incidente ma grazie ai sistemi di videosorveglianza comunali è stato rintracciato. Per quanto riguarda la polizia giudiziaria sono state 70 le comunicazioni di reato alla Procura.