Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
10 mag 2022

Fuochi nella casa abbandonata: "Il Comune intervenga"

10 mag 2022
I residenti hanno chiamato i carabinieri
I residenti hanno chiamato i carabinieri
I residenti hanno chiamato i carabinieri
I residenti hanno chiamato i carabinieri
I residenti hanno chiamato i carabinieri
I residenti hanno chiamato i carabinieri

Il primo indizio è stato l’odore di bruciato, quindi il fumo. A questo punto i residenti di via Timavo e via Croce sono accorsi a vedere. Da finestre e balconi hanno subito capito il problema. Erano tornati i fuochi dentro la casa abbandonata. Questa strana primavera, con temperature decisamente basse soprattutto la notte, ha riacceso il problema dell’occupazione e del degrado della casa abbandonata ma occupata in via Croce, nel cuore del quartiere scolastico.

L’edificio in stand by da anni, dopo il fallimento della proprietà, è abbandonato al degrado malgrado si trovi proprio davanti al liceo Gb Grassi in una zona di grande passaggio.

Sabato sera diversi residenti del quartiere hanno notato il fumo che arrivava dall’abitazione. Erano fuochi controllati accesi dai senzatetto che usano l’edificio come riparo. Ovviamente non è mancata una chiamata alle forze dell’ordine visto il pericolo che il fuoco, come avvenuto in passato, fosse successivamente lasciato acceso e si propagasse. Gli incidenti non sono una novità nella struttura. L’arrivo dei carabinieri ha creato un fuggi fuggi tra gli occupanti.

L’altro tema legato all’abitazione, abbandonata senza serramenti e incompiuta da decenni, è quello del degrado e dei rifiuti del giardino dove l’area incolta diventa ricettacolo per la spazzatura domestica e degli occupanti.

Ciclicamente i residenti chiedono un intervento dell’amministrazione per sigillare l’edificio e ripristinare un minimo di ordine e pulizia così da scongiurare cattivi odori e l’arrivo dei topi. La casa viene anche utilizzata come base per lo spaccio, come racconta il continuo viavai dei clienti. Certo non una situazione ideale nello snodo del polo scolastico, dove passano migliaia di studenti al giorno.

Sara Giudici

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?