ROSELLA FORMENTI
Cronaca

La festa della pizza di Busto Arsizio è un successo: sfornate quasi 900 “pizze Busto”

Piace il formato locale della pietanza più famosa al mondo. La terza edizione dell’iniziativa gastronomica si chiude con ottimi numeri

L'assessora Manuela Maffioli e la pizza Busto

L'assessora Manuela Maffioli e la pizza Busto

Busto Arsizio (Varese) – Un grande successo la “festa della pizza”. Non a Napoli ma… a Busto Arsizio. È molto positivo il bilancio della terza edizione della Festa dedicata al piatto più famoso al mondo ma preparato in “formato” bustocco, che dal 10 al 16 giugno ha visto 14 pizzerie della città proporre ai clienti la pizza Busto, a forma di B, per metà calzone con il ripieno a sorpresa e per l’altra metà pizza con i colori della città, il bianco e il rosso.

"Un'edizione di grande successo, che sancisce l'affermazione di un'occasione sempre più gradita e partecipata da parte della città e di attrattività nei confronti di chi viene da altre realtà" dichiara la vicesindaco e assessore allo Sviluppo economico, con delega anche al Marketing, Manuela Maffioli, ideatrice, tre anni fa, dell'iniziativa. Durante la settimana della festa, istituita dall’Amministrazione comunale in collaborazione con Associazione Commercianti Confcommercio Busto per valorizzare le attività produttive locali e promuovere il territorio, sono state sfornate 874 pizze Busto, 120 i dolci BB che sono stati venduti dalle due pizzerie che hanno proposto sia la pizza Busto sia il nuovo dolce cittadino, novità di questa edizione dell’iniziativa. Anche le pizzerie d’asporto hanno riscontrato il gradimento dei loro clienti per l’iniziativa. Nei prossimi giorni Ascom premierà con una smart box a tema gastronomico i clienti che hanno consumato tre “Pizze Busto" in tre diverse attività e che per primi hanno inviato il pizzaporto compilato con i timbri delle tre diverse pizzerie.