ROSELLA FORMENTI
Cronaca

Busto Arsizio, gli studenti in marcia per la giornata della memoria

I giovani delle scuole Tommaseo e De Amicis hanno marciato con i cartelli dei nomi dei campi di sterminio nazisti

Gli studenti e il sindaco di Busto Arsizio Emanuele Antonelli

Gli studenti e il sindaco di Busto Arsizio Emanuele Antonelli

Busto Arsizio, 26 gennaio 2024 – Hanno camminato lungo le vie della città, reggendo i cartelli con i nomi dei campi di sterminio nazisti: gli alunni della scuola Tommaseo e della scuola De Amicis erano centinaia e si sono resi protagonisti venerdì mattina nel corso della Marcia della Storia, a testimoniare il ricordo per le vittime della Shoah. Ebrei, bambini, donne, uomini e tutte le vittime del genocidio nazifascista.

La marcia ha stupito i cittadini che hanno visto sfilare gli studenti, così giovani rispetto a una storia ormai centenaria eppure ancora così attuale, soprattutto negli ultimi tempi. La mattinata si è conclusa davanti al monumento alla resistenza e alla deportazione, accanto a cui sono stati esposti alcuni lavori realizzati dagli alunni della scuola De Amicis, le loro “pietre della Memoria”.

Le parole del sindaco Antonelli: “Abbiamo fallito, siete il nostro futuro”

All’evento erano presenti il sindaco Emanuele Antonelli, gli assessori Manuela Maffioli, Daniela Cerana, Maurizio Artusa, Salvatore Loschiavo, Mario Cislaghi e dai consiglieri comunali Simone Orsi e Santo Cascio, coinvolti nel lancio simbolico delle farfalle e nella catena della memoria, al termine della cerimonia istituzionale.

“Sono strafelice di vedervi qui, ragazzi – ha detto il sindaco Antonelli – Quella di oggi è una delle lezioni più importanti dell’anno per voi: avete studiato cosa è successo, e sembra che la storia si ripeta dato che oggi vediamo ancora tante guerre in corso nel mondo. Probabilmente noi adulti non siamo stati capaci di fare quello che cerchiamo di insegnarvi, abbiamo fallito, visto che nel mondo ci sono ancora capi di stato che preferiscono la guerra alla pace, i morti ai vivi”.

“Ho un sogno: spero che voi possiate cambiare il mondo in positivo. Se seguite l’esempio degli insegnanti e dei genitori sono certo che saprete fare quello che noi non siamo stati in grado di fare. Vi voglio bene ragazzi e ragazze, noi confidiamo in voi!”.

Le celebrazioni per la giornata della memoria a Busto Arsizio

Sabato 27 gennaio ricorre la data esatta della giornata della memoria e domani le iniziative cominciano in mattinata alle 10.30 con la lettura animata dal titolo “La Memoria è uno strumento meraviglioso” in programma in biblioteca per i bambini dai 6 ai 10 anni. In serata alle 21 alla Sala Pro Busto con lo spettacolo “Il rogo dei libri”, curato dai Viandanti Teatranti da un’idea di Ernesto Speroni, in replica domenica sera, sempre alle 21. Inoltre il Tempio Civico di Sant’Anna, centro di educazione permanente alla pace, sarà aperto in mattinata: all’interno, i visitatori potranno visitare la lapide con i nomi dei caduti partigiani e deportati bustesi e un allestimento creato per l’occasione il ricordo di tutte le vittime dello sterminio.