“Il nuovo parco di Busto sia intitolato a Emanuela Loi”: la richiesta di Cinzia Berrutti (Pd)

La consigliera comunale ricorda all’Amministrazione, nella Giornata internazionale della donna, l’impegno a ricordare l’agente della scoorta di Paolo Borsellino vittima della strage di via D’Amelio

L’agente Emanuela Loi

L’agente Emanuela Loi

Busto Arsizio (Varese) – In occasione dell’8 Marzo, Giornata internazionale della donna, Cinzia Berutti, consigliere comunale del Pd a Busto Arsizio rilancia la proposta di intitolare il nuovo parco cittadino, che sarà inaugurato il 19 marzo, a Emanuela Loi, la giovane poliziotta della scorta del giudice Paolo Borsellino, vittima della strage di via D’Amelio.

Berutti ricorda che il Consiglio comunale qualche mese fa, il 26 ottobre, aveva approvato una mozione riguardante l’intitolazione. Oggi richiama l’attenzione su quell’impegno e scrive: “Nella Giornata Internazionale della donna, sono diverse le iniziative promosse in città. Nella presentazione dell’evento voluto dall’amministrazione, l’assessore alle Pari opportunità Daniela Cerana, ha ribadito che l’intento della serata è quello di valorizzare il ruolo della donna. Per questo voglio ricordare l’opportunità che il Consiglio Comunale ha messo nelle mani dell’Amministrazione: l’intitolazione di uno spazio pubblico ad Emanuela Loi. Una donna, una giovane poliziotta, vittima, con i colleghi e il magistrato Paolo Borsellino, della strage di via D’Amelio. Emanuela è stata la prima donna a far parte di una scorta ed anche la prima donna della Polizia di Stato a cadere in servizio. Si presenta proprio in questi giorni un’occasione propizia, l’inaugurazione di un nuovo parco cittadino tra via Bellini e via Galvani. Ecco uno spazio pubblico che potrebbe essere intitolato proprio ad Emanuela Loi, una donna giovane e brillante che ha saputo inserirsi in un mondo di uomini ed ha dimostrato coraggio e dedizione nello svolgimento del suo dovere”.

L’inaugurazione del nuovo parco è prevista il 19 marzo, due giorni dopo sarà il 21 Marzo, Giornata della Memoria e dell’Impegno per ricordare le vittime innocenti delle mafie, tra di loro Emanuela Loi che potrebbe essere ricordata in città con il nuovo parco.