Amaga, tra identità e innovazione: "Sguardo al futuro da protagonisti"

La multiservizi impegnata nel “rebranding“: nuovo logo e modelli virtuosi per tutelare l’ambiente

Una storia iniziata 46 anni fa proiettata nel futuro, declinando alcuni valori che fanno parte da sempre del patrimonio di Amaga spa: identità, orgoglio, innovazione, cura del territorio, qualità, ampliamento, crescita.

"Lungo questi asset – sottolinea il presidente, Piero Bonasegale – si è sviluppata l’azione della nostra Multiutility che, da realtà prettamente legata all’Abbiatense, è oggi una multiservizi che opera in tutto l’ovest Milanese".

Davanti ai rappresentanti dei comuni soci (Abbiategrasso, Albairate, Bareggio, Castano Primo, Motta Visconti e Vermezzo con Zelo), è stato presentato il percorso di rebranding che Amaga ha avviato in questi mesi.

"Non è solo una questione di forma ma anche di sostanza – rimarca il presidente –, è l’esempio tangibile di un’azienda che si pone dinanzi alle sfide del futuro con la voglia di continuare a giocare un ruolo da protagonista rispetto agli altri player presenti sul mercato. Questi valori si trasmettono anche attraverso una nuova immagine che tuttavia non dimentica la storia e le radici profonde di una società fortemente ancorata al rapporto diretto con il cittadino, che di fatto rimane il nostro azionista di riferimento e il nostro primo interlocutore". Il rebranding di Amaga, nell’applicazione pratica, è a 360°: dalla cancelleria alle divise in dotazione al personale, sino ai mezzi di servizio. "Siamo costantemente impegnati – prosegue Bonasegale – nell’individuare buone pratiche tramite le quali trasmettere ai cittadini modelli di comportamento virtuosi in ambito ambientale".

Da qui la scelta di quest’anno di proporre, in sostituzione del tradizionale calendario, una brochure per la raccolta domiciliare con un format innovativo, seguendo scelte maggiormente ecologiche rispetto ai materiali utilizzati per la sua realizzazione, nonché con un focus ancor più incentrato rispetto al comune obiettivo del corretto conferimento dei rifiuti. All’interno di questo contesto di costante modernizzazione e sostenibilità, non va dimenticata la realizzazione del Terzo report integrato che l’azienda si impegna a pubblicare volontariamente. "È una scelta affatto scontata – conclude il presidente – ma a cui teniamo particolarmente, in quanto è coerente con l’idea di una società al passo con i tempi anche su questo versante, fortemente orientata alla trasparenza e in grado di creare valore in senso ampio e diversificato, non solo nel breve ma anche nel medio e lungo periodo per tutti i suoi stakeholder di riferimento".