Una delle sedi di Autotorino
Una delle sedi di Autotorino

Cosio Valtellino (Sondrio), 7 aprile 2019 -  Autotorino in controtendenza: in un mercato dell’automotive in calo, registra un + 16% nel primo trimestre e con il matrimonio con Autostar ora è un vero e proprio colosso a livello europeo. La fusione è stata annunciata pochi giorni fa: la società valtellinese e quella friulana si uniscono per dare vita a un progetto che guarda a occupazione, espansione e innovazione. Il nuovo soggetto da 1,2 miliardi di fatturato si posizionerà tra i primi 25 dealer europei. Al termine del percorso di fusione e a integrazione avvenuta, i marchi Autostar e Autotorino saranno mantenuti a livello commerciale e le due aziende continueranno a operare negli attuali territori con nuovi investimenti in professionalità e processi. Secondo i dati diffusi dal Ministero dei trasporti, il mese di marzo 2019 registra un immatricolato di 193.662 autovetture, in calo del -9,6% rispetto allo stesso mese dello scorso anno nel corso del quale l’immatricolato è stato di 214.250 vetture. Muovendosi in direzione opposta rispetto al contesto nazionale, il Gruppo valtellinese Autotorino, riconfermato leader del mercato italiano nel 2018, segna +16% nei primi tre mesi dell’anno.

«Esprimiamo la nostra gratitudine ai clienti che ci scelgono sempre più numerosi, anche attraverso la volontà di continuare a migliorare la gamma e la qualità di servizi offerti - afferma il presidente, Plinio Vanini -. Vediamo i traguardi non come numeri, ma persone. Per questo il 2019 del Gruppo Autotorino è all’insegna di nuove opportunità occupazionali e investimento sulla formazione». L’Azienda, riconosciuta da più osservatori ed esperti per la solidità e per l’innovazione, è divenuta nel tempo anche campo prova di professionisti e fucina di talenti grazie alla sua Academy, che si occupa di sviluppare percorsi di formazione per i collaboratori. Tra le province di Lombardia, Piemonte ed Emilia in cui opera, Autotorino ha oltre 1.100 collaboratori e continua a offrire nuove opportunità per chi abbia voglia di lavorare nell’Automotive: sono 79 le posizioni aperte nell’ambito dello sviluppo del Gruppo nella province di Sondrio, Como, Lecco, Milano e Varese. Cinquanta relative a ruoli in showroom, sedici nel settore del service e post-vendita, tredici per il back-office centrale della sede direzionale di Cosio.