FULVIO DOMENICO D'ERI
Cronaca

Villa di Tirano, faccia a faccia con un’aquila: “Ha attaccato le mie galline” / VIDEO

Il rapace aveva puntato il pollaio ma ha mancato il bersaglio e non è più riuscito a prendere il volo. Il racconto di Peter Moltoni, apicoltore: “Non potevo crederci”

Villa di Tirano (Sondrio) – Un’aquila ha mancato il pollaio di qualche centimetro, finendo nell’orto e rimanendo intrappolata. Ma il buon Gianpiero “Peter” Moltoni, apicoltore di professione e proprietario dell’orto e del pollaio in questione, l’ha liberata vivendo anche una bellissima esperienza, come ci ha raccontato. Gli allevatori o, comunque, chi ha un pollaio è abituato alle predazioni ma di poiane, tra i rapaci, o di volpi e faine. È la prima volta che un’aquila si avventa su un pollaio posto sul fondovalle e non su animali posti in quota.

Un'aquila (foto di archivio)
Un'aquila (foto di archivio)

“Quando mia moglie mi ha chiamato non volevo quasi crederci – dice Peter Moltoni -, ma subito mi sono reso conto che quel rapace atterrato nell’orto non era una poiana ma una bellissima aquila, per me un’aquila reale. Sono convinto che il rapace, dopo aver visto le galline del pollaio, ha deciso di planare per andar a far razzia… o comunque una ‘degustazione” ma ha sbagliato l’atterraggio ed è finita nell’orto vicino ai pomodori, uno spazio piuttosto piccolo per un’animale che credo abbia un’apertura alare di oltre 1.5 metri. Le galline, terrorizzate, si sono rinchiuse nella loro casetta”.

Peter Moltoni non si è spaventato. “Mi sono avvicinato con un po’ di timore perché non avevo idea della reazione del predatore. Mi è sembrata però tranquilla, l’ho presa in braccio come se fosse una gallina e l’ho liberata. Quando è stata fuori, dopo qualche secondo, è volata via. Che emozione incredibile vedere e prendere in braccio un’aquila, non avete idea. È stato bellissimo”. Le galline in serata hanno potuto uscire dalla casetta e ritornare a gironzolare più o meno tranquillamente nell’aia.