Incidenti con i trattori, altro caso. Luigi Facchinetti perde la vita schiacciato sotto il mezzo agricolo

Incidente a Ponte di Ferro, al confine tra Temù e Ponte di Legno. La vittima stava spostando legna in un terreno di sua proprietà.

Trattori killer, altro caso. Anziano perde la vita

Trattori killer, altro caso. Anziano perde la vita

Tragico infortunio mortale nella mattinata di ieri in alta Valcamonica. Luigi Facchinetti - questo il nome della vittima- classe 1948, di Vezza d’Oglio, ha perso la vita schiacciato dal trattore che era abituato a manovrare. Il mezzo carico di legna si è ribaltato lungo un pendio, e lui ci è rimasto sotto. L’incidente si è verificato poco dopo le undici in località Ponte di Ferro, al confine tra Temù e Ponte di Legno, in via Segheria. Stando alla prima, sommaria ricostruzione dei carabinieri della compagnia di Breno, intervenuti per i rilievi, Facchinetti si era arrampicato con il trattore tra i monti della frazione Pontagna, dove l’anziano ha delle proprietà. A quanto si è appreso, l’anziano voleva spostare tronchi e legna sul suo trattore, cosa che aveva del resto iniziato a fare. Nessuno sa di preciso come sia andata, perché quando si è consumato il dramma il settantacinquenne lavorava da solo. Comunque quel che è certo è che all’improvviso il trattore, in bilico su un terreno pendente, forse per il carico eccessivo, o forse per colpa di una manovra sbagliata, ha perso aderenza e si è ribaltato, finendo addosso al povero Facchinetti, travolto anche da tutto il carico. Non vedendolo rientrare qualche ora più tardi i familiari hanno dato l’allarme. Sul posto la centrale di prima emergenza Areu ha inviato un’ambulanza (degli Amici di Ponte di Legno), ma anche l’elicottero, decollato dall’ospedale di Sondrio. Una volta a Pontagna tuttavia i soccorritori non hanno potuto fare nulla. Impossibile rianimare Facchinetti, che non ha avuto scampo. Nel lungo elenco insanguinato degli infortuni che martoriano la provincia bresciana, appaiono tutt’altro che infrequenti quelli che vedono coinvolti contadini o agricoltori sui propri mezzi agricoli. Lo scorso 2 febbraio era morto sotto il trattore ribaltato anche Costante Facchini, sessantaduenne titolare di un’azienda agricola a Tremosine. L’uomo aveva avuto un incidente mentre manovrava il trattore sui monti della frazione di Vesio. All’improvviso il mezzo era scivolato lungo un terreno impervio, si era ribaltato e lo aveva ucciso.

Beatrice Raspa