Tirano, smascherati 4 furbetti del reddito di cittadinanza

Nel presentare la domanda, avevano omesso di dichiarare le condanne penali ricevute

I carabinieri di Tirano

I carabinieri di Tirano

Tirano (Sondrio) – I carabinieri della Compagnia di Tirano, al termine di un'indagine condotta con il supporto del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Sondrio, hanno denunciato alla Procura del capoluogo valtellinese, quattro persone, residenti nelle province di Sondrio e Brescia, per indebita percezione del reddito di cittadinanza.

Gli accertamenti investigativi sono stati indirizzati sui percettori del reddito di cittadinanza di Valtellina e Valchiavenna, circa un migliaio, e hanno consentito di identificare le quattro persone che, al fine di ottenere il beneficio, avevano omesso di comunicare informazioni pregiudizievoli per l’emissione del beneficio.

Infatti, tra i requisiti fondamentali per ottenere il reddito di cittadinanza vi è proprio l’assenza di condanne penali per specifici reati riportate nei dieci anni antecedenti alla domanda. Ebbene, i presunti "furbetti del reddito di cittadinanza", omettendo di comunicare le condanne riportate e/o omettendo di comunicare i provvedimenti cautelari di cui sono stati destinatari in costanza di percezione del beneficio, ricevevano da più di un anno il reddito di cittadinanza senza averne titolo.