Sanità di montagna e politica: "Con la legge sulle Unità spinali l’ospedale Morelli sarà salvo"

Sondalo, il Pd con Michele Iannotti e Carlo Borghetti sollecita la Giunta regionale lombarda

Sanità di montagna e politica: "Con la legge sulle Unità spinali l’ospedale Morelli sarà salvo"

Sanità di montagna e politica: "Con la legge sulle Unità spinali l’ospedale Morelli sarà salvo"

"La Regione attui la legge regionale del 2022 sulle Unità spinali: ne va del futuro dell’ospedale Morelli di Sondalo". A chiedere una piena e rapida implementazione della legge rimasta incompiuta sono Carlo Borghetti, consigliere regionale del Pd, primo firmatario della legge, e Michele Iannotti, segretario provinciale del Pd di Sondrio, ragionando sul presente e futuro del Morelli e della sanità di montagna.

"Prendiamo atto dell’avvio del Tavolo regionale sulle Unità Spinali previsto dalla norma, bene, ma ora serve fare velocemente gli altri passi, per poter rafforzare il sistema dei servizi ospedalieri e territoriali destinati ai mielolesi". Il primo passo, dicono Borghetti e Iannotti, "è la ricognizione dei posti letto e dei servizi destinati alla riabilitazione nelle Unità spinali in Lombardia. Il secondo, contestuale e già finanziato dalla legge, è la creazione del Registro regionale delle persone con le lesioni al midollo. Il terzo passo consiste nel fatto che il 2024 deve essere l’anno in cui parte la Rust, la Rete unità spinali e territoriali, cioè la rete tra strutture di riabilitazione ospedaliere e territoriali, che si sviluppa tra gli ospedali hub e i servizi spoke. E i tre hub sono, come noto, Niguarda a Milano, Mozzo a Bergamo, e -appunto- il Morelli a Sondalo". E proprio l’Unità spinale del Morelli per il Pd deve essere fondamentale nell’ambito del disegno di rilancio dell’ospedale di Sondalo, insieme al rilancio dell’ospedale baricentrico di Sondrio. "Ecco perché è necessario definire al più presto la vocazione dell’ospedale di Sondalo, che deve vedere nell’Unità spinale esistente un punto di forza su cui investire" spiegano.