Frana di Gallivaggio
Frana di Gallivaggio

San Giacomo Filippo (Sondrio), 26 luglio 2019 - Regione Lombardia finanzia con 3 milioni di euro – 2 entro il 2020, uno nel 2021 - i lavori di restauro del santuario di Gallivaggio, pesantemente danneggiato dalla frana abbattutasi sul luogo di culto nel maggio del 2018.

I lavori – costo stimato in 6 milioni di euro – verranno suddivisi in tre distinte fasi. Con il primo lotto si procederà alla realizzazione delle opere di consolidamento della struttura del santuario. Oltre a riparare i danni che la frana ha causato ai muri e alle volte si provvederà a ricostruire completamente il tetto: per questa fase saranno necessari 1milione e 970mila euro. Con il secondo step – 2milioni e 115mila euro – si darà avvio alle opere di restauro degli affreschi, dell’intonaco e degli stucchi.

In questo lotto dei lavori si provvederà anche a deumidificare tutto l’ambiente: le opere provvisorie, realizzate in soli 30 giorni, hanno infatti evitato il grosso ma alcune infiltrazioni d’acqua si sono comunque verificare. In ultimo, con una spesa stimata di 150mila euro, si procederà al ricollocamento degli arredi sacri evacuati prima della frana e al ripristino dell’organo settecentesco, al cui interno si sono accumulati polvere e detriti che ne rendono impossibile l’utilizzo. Nel progetto sono previsti anche i fondi per ripristinare tutto il piazzale e la scalinata antistante il luogo di culto, la casa del pellegrino e il campanile.

I fondi sono stati reperiti grazie ad un emendamento alla manovra di assestamento al bilancio regionale per il prossimo triennio, presentato dal presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi. «L’emendamento – sottolinea lo stesso Fermi - è finalizzato a garantire le risorse necessarie a carico di Regione Lombardia per l’avvio e la realizzazione di specifici accordi di programma per il rilancio e la riqualificazione del territorio lombardo, incrementandole ulteriormente per complessivi 3 milioni di euro. Tra i progetti da sostenere rientra proprio il recupero e la valorizzazione del Santuario di Gallivaggio, raccogliendo così l’appello del vescovo di Como Oscar Cantoni. Un impegno che Regione Lombardia si assume per promuovere le bellezze artistiche e architettoniche che ci circondano, simboli e riferimenti storici della cultura e delle tradizioni locali lombarde nonché significativi luoghi di fede e rinnovamento spirituale. Ma anche un’occasione per potenziare ancora di più l’attrattività turistica del territorio regionale attraverso interventi mirati di recupero e valorizzazione».