Sono almeno una dozzina le volpi trovate morte in particolare nei territori comunali di Piuro e Villa di Chiavenna
Sono almeno una dozzina le volpi trovate morte in particolare nei territori comunali di Piuro e Villa di Chiavenna

Piuro, 14 maggio 2019 - È allarme cimurro in Valchiavenna: sono almeno una dozzina le volpi trovate morte, in particolare nei territori comunali di Piuro e Villa di Chiavenna, ma anche nel fondovalle, sempre vicino alle abitazioni e una addirittura all’interno dell’area ecologica di Piuro. Proprio questo fa temere per la salute degli animali domestici, in particolare dei cani, che potrebbero essere contagiati da quella che appare sempre più come un’epidemia. Si tratta nella maggior parte dei casi di esemplari di volpe molto giovani, colpiti dalla malattia che non gli ha lasciato scampo. Il cimurro è una malattia infettiva contagiosa da virus che colpisce tutti i canidi, quindi volpi, lupi e cani, ma anche furetti e felidi, tassi e puzzole insomma. Non sono a rischio, invece, i gatti domestici, che ne sono immuni. E non ci sono rischi nemmeno per l’uomo, poiché non è possibile la trasmissione del virus. Un virus che agisce sul sistema nervoso e i sintomi vanno dall’anoressia alla febbre altissima, dalla disidratazione all’inappetenza fino alla diarrea emorragica.

Nella maggior parte dei casi la risposta del sistema immunitario è insufficiente e arriva la morte. I cani più a rischio sono i cuccioli che ancora non hanno completato il percorso vaccinale. I proprietari devono stare quindi particolarmente attenti ed è scattato l’appello di veterinari e non solo a tenere la guardia alta. «Allarme cimurro in Valchiavenna. Almeno una dozzina le volpi decedute. Vi ricordiamo che è una malattia infettiva contagiosa da virus che può colpire cani, lupi, tassi e volpi. Vie di trasmissione sono saliva, urine, feci e sangue. Se sospettate un contagio rivolgetevi subito al vostro veterinario di fiducia». Anche se, purtroppo, una cura non esiste e al momento non ci sono farmaci disponibili in grado di distruggere il virus del cimurro. Le uniche armi a disposizione degli amanti dei cani, quindi, sono un controllo assiduo del proprio amico a quattro zampe, così che non entri in contatto con carcasse e resti di volpi uccise dal cimurro, ma soprattutto la vaccinazione.