Anche il sindaco Giovanni Piasini porta la divisa
Anche il sindaco Giovanni Piasini porta la divisa

Poggiridenti (Sondrio), 9 luglio 2016 - «Nonni vigile» è un’iniziativa del Comune di Poggiridenti che, da un lato, offre una soluzione immediata alla carenza del personale addetto alla vigilanza viaria, dall’altro punta alla valorizzazione dei pensionati, la cui esperienza è ancora preziosissima per la comunità. L’occasione per la proposta di recente avanzata dall’Amministrazione comunale, nasce dal pensionamento, lo scorso dicembre, dello storico vigile del paese, Giovanni Dalla Serra, sostituito solo in parte dal nuovo messo e ausiliare del traffico Matteo Speziale che, stando alla legge, non può però coprire più di 12 ore settimanali, distribuite in tre pomeriggi. Non è così assicurata la sorveglianza all’entrata e all’uscita dalla scuola, un servizio pure molto importante per la sicurezza dei bambini.

«Per risolvere il problema bisogna attendere un eventuale concorso, oppure l’assegnazione da parte degli esuberi del personale delle ex Provincie: tuttavia è sei mesi che Poggi è accreditata sulla piattaforma regionale, ma ancora non è stato designato nessuno per il ruolo» spiega il primo cittadino, Giovanni Piasini, raccontando come è nata l’idea. «Durante le ultime giornate ecologiche abbiamo appurato la forza e l’impegno che profondono per la loro città i vari membri delle associazioni che gravitano sul territorio. Tra questi molti nonni e pensionati: persone che hanno alle loro spalle una grande esperienza, che mettono volentieri a disposizione della comunità, essendo ancora giovani di animo e fisico. Ci siamo quindi resi conto di avere un enorme potenziale, che è giusto non trascurare».

La proposta, aperta a tutti i pensionati del paese: chiunque sia intenzionato a fare il «vigile», aiutando i bambini ad attraversare la strada davanti alla scuola o a salire e scendere dai mezzi, può contattare il sindaco o il personale del Comune entro il 15 luglio. Piasini che, oltre che primo cittadino di Poggiridenti, è responsabile del servizio intercomunale della Polizia locale per i Comuni di Piateda, Castello dell’Acqua e Faedo, assicura che gli interessati saranno adeguatamente formati, con un corso di base che possa garantire la totale incolumità di tutti.