Trovato morto nell’Adda uomo di 47 anni: si era allontanato di casa nel pomeriggio

Il corpo è stato ripescato dai vigili del fuoco nel fiume, all'altezza della cava di sabbia di un'impresa edile

Le ricerche dei vigili del fuoco (repertorio)

I sommozzatori dei vigili del fuoco sono entrati in azione nel canale Muzza per recuperare la vettura

Sondrio, 24 febbraio 2024 – L’allontanamento da casa e il ritrovamento dell'uomo nel fiume Adda. Un 47enne di Sondrio è stato trovato morto ieri dopo che i familiari avevano dato l’allarme facendo scattare le ricerche dei vigili del fuoco.

I timori si sono rivelati fondati quando, dopo ore di perlustrazioni del territorio, il corpo senza vita del valtellinese è stato ripescato dai Vigili del fuoco nell’Adda, all'altezza di una cava di sabbia di un'impresa edile del capoluogo valtellinese. Sul caso indagano le forze dell’ordine, anche per ricostruire gli ultimi momenti precedenti all’allontamento da casa. 

Non viene esclusa alcuna ipotesi, ma al momento sembra prevalere quella del gesto disperato, anche se non sono chiare le ragioni. In particolare si cerca un eventuale biglietto che l’uomo potrebbe aver lasciato ai familiari per spiegare le ragioni del gesto estremo.