Ha deciso di incentivare lo sport all’aria aperta l’amministrazione comunale di Tirano, che ha elaborato un progetto per consentire a cittadini e associazioni di vivere i parchi appieno, almeno durante i mesi estivi. "Un anno di pandemia, di chiusure e distanziamento sociale, ha avuto un impatto pesante sulla vita sociale, anche in realtà come quella di Tirano – spiega la vicesindaco e assessore alla Cultura, Sonia Bombardieri (foto) - Le stesse...

Ha deciso di incentivare lo sport all’aria aperta l’amministrazione comunale di Tirano, che ha elaborato un progetto per consentire a cittadini e associazioni di vivere i parchi appieno, almeno durante i mesi estivi. "Un anno di pandemia, di chiusure e distanziamento sociale, ha avuto un impatto pesante sulla vita sociale, anche in realtà come quella di Tirano – spiega la vicesindaco e assessore alla Cultura, Sonia Bombardieri (foto) - Le stesse associazioni o realtà sportive o ricreative hanno spesso faticato a mantenere unito il proprio gruppo di aderenti a causa di un’inattività obbligata che ha reso pressoché nulli i contatti tra i propri associati e partecipanti alle attività. Realtà che ora necessitano di occasioni per ripartire tornando a coinvolgere la comunità". Con l’avvicinarsi della bella stagione e la prospettiva positiva delle riaperture, l’amministrazione comunale ha ritenuto di mettere in campo il progetto "Benessere all’aria aperta".

"Ci proponiamo di andare incontro al crescente bisogno di socialità della cittadinanza, offrendo al contempo agli operatori delle nuove opportunità per proporre le proprie attività in un contesto di maggiore sicurezza all’aria aperta e sempre nel rispetto delle norme anti-covid vigenti. A questo scopo sono state individuate alcune aree all’interno di parchi cittadini da destinare alle attività motorie e ludico-ricreative che potranno essere proposte da operatori, enti, associazioni e imprese del territorio".

L’amministrazione proporrà diverse iniziative nel periodo estivo per offrire a cittadini e cittadine di ogni età più occasioni per incontrarsi e condividere delle attività. "Queste attività rappresentano uno strumento di promozione del benessere psicofisico della persona e nel contesto attuale è più che mai importante sostenerle e incentivarne la ripartenza – sottolinea l’assessore all’Ambiente e allo Sport, Stefano Portovenero - Scopo dell’iniziativa è anche quello di promuovere una fruizione sempre più ampia e sostenibile dei parchi cittadini, tenuto conto del loro importante valore all’interno dell’ambito urbano, in termini di benefici per le persone e per l’ambiente". Saranno trasformate in palestre a cielo aperto le aree verdi di Piazza Unità d’Italia, il Parco dei Gelsi e l’ex-Giardino del Rettore all’interno di Parco San Michele.