La Notte dei Ricercatori a Como: Obbiettivi sulle Stelle con la Prof. Prest

Domani, l'Università dell'Insubria invita a uno spettacolo di scienza: osservazione della volta celeste, mini-conferenze, esperimenti e una versione 1 a 3 del satellite Agile. Un'anticipazione oggi al Tempio Voltiano di Como. #NotteDeiRicercatori #Como

La notte dei ricercatori. Obbiettivi sulle stelle

La notte dei ricercatori. Obbiettivi sulle stelle

Una sera in prima fila per godersi lo spettacolo della scienza quella offerta dall’Università dell’Insubria che domani a partire dalle 20 nella sede di via Valleggio invita a osservare la volta celeste accompagnati da un cicerone d’eccezione, la professoressa Michela Prest a capo del Dipartimento di Scienza e alta tecnologia dell’ateneo.

Si tratta di uno degli eventi clou dell’edizione 2023 della "Notte dei ricercatori", attraverso un viaggio nei misteri dell’universo da compiere comodamente seduti, attraverso l’osservazione con il telescopio della Luna, Saturno, Giove, le Pleiadi, Vega e Andromeda. Nel corso della serata si potranno seguire anche tante mini-conferenze curiose e ci sarà la possibilità di fare tanti esperimenti. "Potremo capire di cosa sono fatte le stelle, quanto lontane sono, per creare fulmini - spiega la professoressa Michela Prest - scoprire il nostro peso su Giove e sul Sole, come sono i terremoti sugli altri pianeti, come si fa a mettere in orbita un satellite e a calcolarne la sua orbita grazie alla matematica, come si controlla la qualità dell’aria con monitoraggi a terra e satellitari e molto altro ancora". Per la serata è stata realizzata una versione 1 a 3 del satellite Agile (pesa 300 kg), lanciato dalla base indiana di Sriharikota, è in orbita equatoriale a 500 chilometri di altezza: sarà possibile vedere i singoli pezzi di cui è fatto un satellite e capire a cosa servono. Questa sera alle 18 al Tempio Voltiano di Como in programma un’anticipazione della serata con l’evento "La luce dà spettacolo": un’esibizione luminosa con gli studenti e le docenti Alessia Allevi, Barbara Giussani e Silvia Gazzola, seguita da una breve conferenza sul ruolo delle donne scienziate nell’ambito della ricerca sulla luce dal cosmo. Domani per tutta la giornata (dalle 9), gli eventi si susseguiranno nel polo scientifico di via Valleggio e anche nel vicino Museo della Seta.