Il piccolo borgo di Savogno è stato per giorni minacciato dalle fiamme
Il piccolo borgo di Savogno è stato per giorni minacciato dalle fiamme

Piuro, 24 aprile 2017 -  "Savogno è salva".  Lo ha scritto questa mattina, lunedì 24 aprile, su Facebook il sindaco di Piuro, Omar Iacomella.  Il vasto incendio, che ha bruciato oltre 150 ettari di bosco, nella serata di domenica era ormai stato domato e oggi l'arrivo della pioggia sembra aver messo la parola fine al terrificante rogo.

“Questa mattina, grazie a Dio, è arrivata la pioggia –  scrive sul social network Iacomella -. Scenderà copiosa nelle prossime ore. Confidiamo di poter chiudere definitivamente questo triste capitolo di una storia che mai nessuno di noi avrebbe voluto vivere. Mi sento di ringraziare tutte le persone che, in diverse modalità, ci hanno aiutato. Innanzitutto un grazie a tutti i vigili del fuoco del distaccamento di Mese, ai volontari della Protezione Civile, alla Comunità Montana della Valchiavenna, al presidente della Provincia Luca Della Bitta, che non ha mancato un giorno ad accompagnarci anche nei vari coordinamenti, al presidente della Cm Flavio Oregioni e all'assessore Mauro Premerlani.

Un grazie infinito all'ufficio Tecnico e vigilanza del Comune, al Consorzio Savogno-Dasile e ai residenti di Savogno, ai rifugisti e a coloro che hanno presidiato il paese nelle ore più critiche di mercoledì e giovedì notte; agli elicotteristi regionali e degli Erickson Air Crane S-64; a coloro che erano alla "guida" dei Canadair. Grazie a Regione Lombardia. Grazie anche ai semplici cittadini, che in ogni modo e misura ci hanno aiutato. Siamo veramente una grande comunità, che anche in questa occasione ha saputo organizzarsi al meglio. Ora, mi prenderò qualche ora di riposo. Grazie anche a tutti coloro che anche con un messaggio o post, ci sono stati vicini”. E domenica il primo cittadino ha potuto anche revocare parzialmente la chiusura dei sentieri verso Savogno, chiusi da mercoledì con apposita ordinanza.