Operatrice sanitaria con disinfettante (Foto archivio)
Operatrice sanitaria con disinfettante (Foto archivio)

Sondalo (Sondrio), 29 marzo 2020 -  La Secam distribuisce disinfettante a chi è in prima linea e alle amministrazioni pubbliche. Grazie alla donazione di 1.900 litri di alcol da parte del comune di Livigno, nel laboratorio di Sondrio verranno prodotti 2.400 litri di disinfettante da distribuire ai comuni, case di riposo e medici di base.

Nel pieno dell’emergenza coronavirus, quando prodotti fino a ieri disponibili in grandi quantitativi e a prezzi ragionevoli oggi sono introvabili o molto costosi, Secam ha avviato la produzione di disinfettante per mani per distribuirne tutto il quantitativo, in maniera gratuita, agli enti pubblici e a tutti coloro che sono in prima linea. Secam, raccogliendo l’appello degli enti pubblici, in poche settimane, ha allestito il laboratorio e avviato la produzione seguendo le direttive dell’Oms. L’obiettivo è quello di distribuire quantitativi sufficienti a soddisfare le esigenze in provincia di Sondrio.

Secam è ora in grado di produrre 2.400 litri di disinfettante ed entro la metà della settimana prossima consegnerà una sacca da cinque litri ai comuni, alle case di riposo, ai medici di base, alla Protezione civile e a tutti i coloro i quali assicurano i servizi essenziali alla popolazione. Si tratta di un primo quantitativo, che servirà a tamponare tutte le richieste, quindi si procederà con ulteriori forniture. Ad oggi il disinfettante è già stato distribuito a oltre 40 comuni. «Nel nostro laboratorio siamo in grado di produrre tre litri di soluzione disinfettante all’ora – spiega il direttore Andrea Mariani –. Il nostro obiettivo è di garantire forniture regolari a enti, associazioni e personale in prima linea».