Antonio Tirelli
Antonio Tirelli

Castioe Andevenno 7 giugno 2015 - Apre a Castione il secondo impianto di distribuzione carburanti Iperal. L’11 giugno anche i clienti dell’ormai storico ipermercato Le Torri avranno, infatti, la possibilità di fare benzina durante i loro acquisti a pochi chilometri da Sondrio.

Forte dell’apprezzamento e dell’interesse dei propri clienti serviti presso il primo distributore di Rogolo, aperto a marzo 2014, e soddisfacendo le richieste pressanti degli utenti del Sondriese, Iperal ha deciso di aprire nuove pompe a Castione e Fuentes, continuando così a investire nella politica di convenienza nei confronti dei propri clienti e offrendo loro un’ulteriore opportunità di risparmio anche sui carburanti. L’azienda valtellinese ha fatto il proprio ingresso anche in questo mercato come il resto della grande distribuzione. La presenza dei distributori nei Centri Commerciali infatti è un servizio che il consumatore si aspetta e valuta con favore, anche per l’importante funzione svolta di calmierare i prezzi delle piazze in cui sono presenti. «Quotidianamente Iperal richiede e tratta preventivi di fornitura per riuscire ad acquistare al miglior prezzo di mercato possibile - sottolinea l’azienda guidata da Antonio Tirelli -. La politica di vendita, infatti, si basa sulla convenienza dei prezzi ottenuti con trattative di acquisto giornaliere con le principali raffinerie nazionali, senza quindi compromessi sulla qualità dei prodotti». Iperal «ha investito in questo nuovo mercato, inserendo impianti sicuri, tecnologicamente all’avanguardia e necessari per la zona come l’impianto a metano, di cui la provincia di Sondrio è scoperta. Gli erogatori sono dotati di diversi sistemi di filtraggio carburante, che vengono sottoposti a controlli e manutenzioni settimanali, e in caso di anomalie, l’erogatore si blocca automaticamente, a garanzia del prodotto distribuito», spiega una nota. Iperal segue nello specifico le disposizioni della regione Lombardia che ha a sua volta recepito le normative europee di riferimento. Disposizioni volte a favorire le condizioni per lo sviluppo di reali ed efficaci forme di concorrenza, che ora rendono possibili nuove aperture di distributori e stazioni di servizio, per l’erogazione di benzine e gasolio con l’obbligo di fornire il servizio anche per il gas metano. Grazie alla modifica delle regole che avevano impedito l’apertura di nuovi distributori, se non subentrando a impianti esistenti e le cui licenze spesso erano comunque di proprietà delle Compagnie Petrolifere, Iperal ha così contribuito a spezzare un oligopolio, dove per anni sono stati difesi artificialmente i prezzi di un bene importante per le famiglie.

In Lombardia altre società della grande distribuzione hanno aperto da tempo aree di servizio caraburanti: Carrefour (Paderno e Assago da una vita), Finiper, Conad, Coop (Cantù e Mapello), Auchan (Curno). I mezzi e le possibilità per praticare politiche di prezzo convenienti per il consumatore finale c’erano, ma solo le cosiddette «pompe bianche» e la grande distribuzione hanno fatto qualcosa di concreto. I piani di sviluppo prevedono un ulteriore investimento oltre che a Castione a Fuentes, dove è prevista a fine estate l’apertura del 3° impianto Iperal Carburanti accanto al Centro Commerciale.

R.C.