Quotidiano Nazionale logo
9 mag 2022

Regionali, Gelmini: Fontana-bis? Lo vedo bene. Il giudizio è assolutamente positivo

La ministra a margine di un incontro ad Assolombarda: "Mi pare che abbia superato brillantemente molte prove e anche delle critiche qualche volta immotivate sulla gestione della pandemia"

Milano - Cresce l'attesa per scoprire i nomi dei candidati che si sfideranno per Palazzo Lombardia. Negli scorsi giorni il sindaco di Milano Beppe Sala ha spiegato di non avere intenzione di candidarsi, sottolineando anche che in casa centrosinistra il nodo da sciogliere è quello relativo alle primarie. L'obiettivo è chiaro: conquistare il Pirellone, dopo trent'anni di dominio nel centrodestra. Una sfida delineata dallo stesso segretario dem Enrico Letta: "È troppo presto per fare nomi, ma una cosa è sicura: questa volta, in Lombardia correremo per vincere" ha detto il segretario nazionale del Partito Democratico in visita a Crema. "A livello nazionale garantiamo tutto il supporto possibile - ha aggiunto - è un nostro dovere morale dare ai cittadini lombardi un’alternativa credibile". E proprio dalla provincia di Cremona salgono i nomi di due possibili candidati: il sindaco uscente di Crema, Stefania Bonaldi, e l’economista Carlo Cottarelli, ex commissario alla spending review chiamato nell’ottobre del 2013 a quell’incarico proprio da Letta. Ma non vanno sottovalutate le possibilità della Dem Irene Tinagli, presidente della Commissione Problemi Economici e Monetari del Parlamento Europeo e del sindaco di Brescia Emilio Del Bono.

Nel centrodestra si aspetta la decisione dell'attuale governatore lombardo: Attilio Fontana sarà in corsa per un secondo mandato? Nel 2018 Fontana - dopo la rinuncia di Roberto Maroni alla sfida per il bis - riuscì a battere l'attuale sindaco di Bergamo, Giorgio Gori. Fontana ha spiegato che intende sciogliere appena possibile le riserve. Oggi sull'argomento è tornata la ministra per gli Affari regionali e per le autonomie Mariastella Gelmini, a margine di un incontro nella sede di Assolombarda a Milano. Parlando di un Fontana bis alla guida della Regione Lombardia ha sottolineato: "lo vedo personalmente molto bene. Mi pare che abbia superato brillantemente molte prove e anche delle critiche qualche volta immotivate sulla gestione della pandemia". "Mi pare peraltro - ha aggiunto Gelmini - che la Giunta stia lavorando con grande impegno ma ovviamente la scelta compete al presidente e ai partiti. Il giudizio è assolutamente positivo". A chi gli ha chiesto se ci sono altre candidature oltre a Fontana per le prossime elezioni regionali del 2023, Gelmini si è limitata a rispondere: "Non me ne occupo". 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?