Un seggio elettorale (foto Corelli)
Un seggio elettorale (foto Corelli)

Milano, 10 giugno 2018 - Oggi, domenica 10 giugno, in 103 i comuni lombardi in programma le elezioni amministrative per l'elezione diretta dei sindaci e dei consigli comunali, nonché per l'elezione dei consigli circoscrizionali. In Lombardia sono stati 697.695 gli elettori chiamati a esprimersi. L'eventuale turno di ballottaggio si svolgerà domenica 24 giugno. Per quanto concerne la Lombardia sono due i Comuni capoluogo coinvolti: Brescia e Sondrio. Dodici in tutta la regione i Comuni con oltre 15mila abitanti, dove quindi potrebbe esserci un secondo turno di consultazioni. I seggi sono stati aperti dalle ore 7 alle ore 23. Alle 23 l'affluenza definitiva è stata del 55,18%, in netto calo rispetto al dato delle precedenti consultazioni, attestatosi al 62,7%. L'affluenza registrata è stata del 41,4% alle 19, del 18,4% alle 12.

SPECIALE ELEZIONI COMUNALI 2018: ECCO TUTTI I RISULTATI

COMUNI: ECCO DOVE SI VOTA - Ecco tutti i comuni al voto provincia per provincia:

BERGAMO (11 Comuni): Aviatico, Capriate San Gervasio, Casnigo, Cenate Sopra, Mapello, Oltre il Colle, Paladina, Pianico, Piazzolo, Serina, VillaD'Ogna.

BRESCIA (18 Comuni): Agnosine, Barghe, Berlingo, Berzo Inferiore, Borno, Brescia, Castelcovati, Malonno, Manerbio, Milzano, Offlaga, Ospitaletto, Ponte di Legno, Quinzano D'oglio, San Zeno Naviglio, Soiano del lago, Toscolano Maderno, Trenzano

COMO (14 Comuni): Bulgarograsso, Carlazzo, Carugo, Cassina Rizzardi, Centro Valle Intelvi (nato il 1° gennaio 2018 per fusione dei Comuni di Casasco d'Interlvi, Castiglione d'Interlvi e San Fedele Intelvi), Cernobbio, Laglio, Lambrugo, Lurago d'Erba, Montemezzo, Mozzate, Rodero, San Siro, Sorico

CREMONA (4 Comuni): Capergnanica, Castel Gabbiano, Trescore Cremasco, Vaiano Cremasco

LECCO (4 Comuni): Calolziocorte, Oliveto Lario, Robbiate, Valvarrone (nato il 1° gennaio 2018 per fusione dei Comuni di Introzzo, Tremenico e Vestreno)

LODI (5 Comuni): Castelgerundo (nato il 1° gennaio 2018 per fusione dei Comuni di Cavacurta e Camairago), Cavenago d'Adda, Massalengo, Sordio, Turano Lodigiano

MANTOVA (6 Comuni): Borgo Mantovano (nato il 1° gennaio 2018 per fusione dei Comuni di Revere, Villapoma e Pieve di Coriano), Borgofranco sul Po, Castel Goffredo, Ceresara, Rodigo, San Martino dall'Argine

MILANO (12 Comuni): Arese, Bareggio, Basiglio, Bellinzago Lombardo, Bresso, Calvignasco, Cerro Maggio, Cinisello Balsamo, Cisliano, Gorgonzola, Opera, Zibido San Giacomo

MONZA E BRIANZA (8 Comuni): Brugherio, Carate Brianza, Cogliate, Lazzate, Macherio, Nova Milanese, Seregno, Seveso

PAVIA (9 Comuni): Alagna, Borgarello, Bornasco, Castello d'Agogna, Mezzanino, Nicorvo, San Damiano al Colle, Sommo, Vistarino

SONDRIO (7 Comuni): Albosaggia, Bema, Chiesa in Valmalenco, Cosio Valtellino, Gerola Alta, Sondrio, Teglio

VARESE (5 Comuni): Agra, Azzate, Jerago con Orago, Lonate Pozzolo, Venegono Superiore

Elezioni amministrative (foto archivio Newpress)BALLOTTAGGI: ECCO DOVE IN LOMBARDIA - Possibile il turno di ballottaggio a: 

- Brescia (capoluogo)

- Arese, Bareggio, Bresso, Cinisello Balsamo e Gorgonzola (provincia di Milano)

- Brugherio, Carate Brianza, Nova Milanese, Seregno, Seveso (provincia di Monza e Brianza)

- Sondrio (capoluogo)

Tessera elettoraleCOSA SERVE PER VOTARE Occorre recarsi al seggio indicato sulla tessera elettorale portando con sé la tessera elettorale e un documento di identità in corso di validità. In caso di cambio di indirizzo che comporti variazione di seggio occorre ricordarsi di applicare sulla tessera elettorale l'apposito tagliando spedito per posta dal Comune. In caso di esaurimento delle caselle e/o di smarrimento e/o di furto della tessera elettorale occorre recarsi presso l'ufficio elettorale per chiedere il rilascio di una nuova tessera.

Carta d'identitàI DOCUMENTI DA PRESENTARE PER VOTARE - I documenti di identità da presentare al momento del voto sono quelli ricompresi in una delle tre seguenti categorie: carta d’identità o altro documento d’identificazione munito di fotografia, rilasciato dalla pubblica amministrazione; tessera di riconoscimento rilasciata dall’Unione nazionale ufficiali in congedo d’Italia, purché munita di fotografia e convalidata da un Comando militare; tessera di riconoscimento rilasciata da un ordine professionale, purché munita di fotografia.

DOVE E COME SI RINNOVA LA TESSERA ELETTORALE - La tessera elettorale si rinnova presso l’ufficio elettorale del comune di residenza; è opportuno che gli elettori che hanno necessità di rinnovare la tessera elettorale si rechino per tempo presso l’ufficio elettorale del comune di residenza, al fine di evitare una concentrazione delle domande di rinnovo nei giorni immediatamente antecedenti ed in quello della votazione; tale ufficio resterà comunque aperto dalle ore 9 alle ore 18 nei due giorni antecedenti la data della consultazione e, nel giorno della votazione, per tutta la durata delle operazioni di votazione, e quindi dalle ore 7 alle ore 23.

Elezioni comunali 2016, domenica 5 giugno si vota a Camerano, Castelfidardo, Cupramontana e Santa Maria Nuova (Foto Cardini)LE MODALITA' DI VOTO - Come spiegato sul sito del Ministero dell'Interno, le modalità di espressione del voto cambiano in funzione della popolazione dei comuni. Nei comuni fino a 15mila abitanti si può tracciare un segno solo sul candidato sindaco, solo sulla lista collegata al candidato sindaco o anche sia sul candidato sindaco che sulla lista collegata al medesimo candidato sindaco: in ogni caso il voto viene attribuito sia alla lista di candidati consiglieri che al candidato sindaco. E’ eletto Sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti.

Nei comuni con più di 15mila abitanti si può: tracciare un segno solo sul candidato sindaco; in questo caso il voto viene attribuito solo al candidato sindaco;tracciare un segno solo su una delle liste collegate al candidato sindaco o anche sia sul candidato sindaco che su una delle liste collegate al medesimo candidato sindaco: in entrambi i casi il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista di candidati consiglieri; esprimere il voto disgiunto, tracciando un segno sul candidato sindaco ed un altro segno su una lista non collegata: in questo caso il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista non collegata. E’ eletto sindaco al primo turno il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (almeno il 50% più uno); qualora nessun candidato raggiunga tale soglia si tornerà a votare domenica 24 giugno per il ballottaggio tra i due candidati più votati. Le preferenze si esprimono scrivendo negli appositi spazi il cognome (oppure il nome e cognome in caso di omonimia) dei candidati consiglieri comunali della lista votata.