Sotto la lente le comunità per minori. Baby gang, si cercano ricette

Il fenomeno all’attenzione del Consiglio comunale. Al Villaggio San Francesco in un anno 161 ospiti

Sotto la lente le comunità per minori. Baby gang, si cercano ricette
Sotto la lente le comunità per minori. Baby gang, si cercano ricette

Potrebbe esserci un collegamento tra il fenomeno delle baby gang e i minori non accompagnati ospiti del Villaggio San Francesco. Il problema, che fa aumentare la percezione d’insicurezza, è stato affrontato in Consiglio comunale dove il consigliere del Pd Giuliano Ruffinazzi ha presentato una istant question. "Parrebbe che dal villaggio - ha detto Ruffinazzi - partano ragazzi che non fanno sentire la città un luogo sicuro". Al Villaggio, come ha risposto l’assessore ai servizi sociali Anna Zucconi "nel 2023 sono transitati 161 minori stranieri non accompagnati, dei quali 148 affidati al Comune di Pavia. Attualmente in comunità sono stati inseriti 65 minori e nell’arco dello scorso anno siamo arrivati anche a 76 minori. Oggi al Villaggio ci sono 13 minori e ne arriveranno altri 8 o 9. Stiamo cercando comunità non solo sul territorio provinciale in modo da far stazionare nella struttura di accoglienza solo coloro che sono più vicini alla maggiore età". Ma le situazioni che si devono gestire sono talvolta difficili. "Arrivano minori con diverse denunce a loro carico - ha aggiunto l’assessore - porto abusivo d’arma, possesso di droga, rapina a mano armata. Abbiamo aumentato il personale, ma non è semplice". Per fronteggiare la situazione, l’assessore alla Sicurezza Pietro Trivi aveva proposto l’intervento dell’esercito come avviene in 45 Comuni capoluogo, invece non è stato ritenuto opportuno in questo momento. Secondo l’opposizione, invece della repressione si dovrebbe puntare sulla prevenzione.

"All’interno del documento unico di programmazione - ha aggiunto Angela Gregorini di Azione - non è nemmeno citato il fenomeno delle “baby gang“, così come non é prevista alcuna azione che abbia l’obiettivo di contrastare o prevenire tale fenomeno. Dobbiamo parlare di lotta al degrado e integrazione, intervenendo prima che il fenomeno si presenti, non solo dopo. Il sindaco Fabrizio Fracassi con la sua coalizione ha vinto le elezioni gridando “Più Sicurezza“, ora la situazione è ancor più grave".