S.Z.
Cronaca

Raid nello studio veterinario a Robbio: via il computer

Irruzione dei ladri in via Mazzini. Non c’era un impianto di allarme

Raid nello studio veterinario, via il computer

Raid nello studio veterinario, via il computer

Robbio (Pavia) – Un magro bottino: solo un computer portatile. Un furto evidentemente senza troppe pretese, anche per l’obiettivo scelto: uno studio veterinario. Un’attività nella quale i ladri non potevano certo sperare di trovare refurtiva di particolare valore, forse immaginavano di poter portar via un bottino in banconote, ma non c’erano invece soldi nei cassetti degli uffici e dell’ambulatorio messi a soqquadro.

Hanno così preso il computer portatile, dal quale potranno ricavare ben poco ricettandolo sul mercato illecito, ma causando alle vittime del furto un danno sproporzionato al valore economico, per la sottarazione di quello che era uno strumento di lavoro. Oltre al danno aggiuntivo provocato con l’effrazione alla porta d’ingresso, da ripristinare con urgenza, con i conseguenti costi di riparazione. Il furto è stato messo a segno in via Mazzini a Robbio, nella notte tra domenica e lunedì, scoperto solo il giorno successivo. Non avendo nulla di particolare valore da proteggere, lo studio veterinario non ha infatti un sistema antifurto e forse proprio per questo è stato scelto dai malviventi riusciti, per il momento, a rimanere ignoti.

Erano infatti ben lontani quando la loro azione criminale è venuta alla luce e sono stati chiamati i carabinieri, intervenuti con personale della Stazione di Robbio, della Compagnia di Vigevano. I militari hanno effettuato il sopralluogo dando avvio alle indagini, con l’obiettivo di risalire ai responsabili, forse con precedenti specifici, magari anche nella stessa zona.