Piccolo gioiello di paese. Teatro, cartellone di lusso

Direzione artistica ancora affidata al comico Sgrilli. "Quest’anno esageriamo". Si comincia il 10 dicembre con Iacchetti. Poi Gene Gnocchi e Giobbe Covatta.

Piccolo gioiello di paese. Teatro, cartellone di lusso

Piccolo gioiello di paese. Teatro, cartellone di lusso

Enzo Iacchetti, Giobbe Covatta, Gene Gnocchi e Cristiano Militello: sono i quattro artisti di fama nazionale che si esibiranno sul palco del teatro “Angelo Rossi” (132 posti a sedere) nella stagione 20232024. Il cartellone è stato svelato ieri dal sindaco Michele Pini e dal direttore artistico Sergio Sgrilli alla sue seconda stagione. "È un onore per me occuparmi del teatro di Cava Manara - ha detto il direttore artistico -, ma non riesco a dimenticarmi la genesi di questa collaborazione. Ho ricevuto una mail con la quale venivo invitato per uno spettacolo. Conosco queste zone perché, da motociclista, ci sono passato e sono venuto a vedere. Ho trovato uno spazio polifunzionale nel quale si faceva poco per come era pensato così ho pensato di riprenderlo in mano". Nomi altisonanti l’anno scorso e ancora di più quest’anno. "Tra artisti ci si conosce - ha aggiunto Sgrilli (originario di Follonica) - e mi sto gioccando dei jolly. Ho coniato un nuovo termine “solidarietà culturale” e ho chiesto ad alcuni amici se volessero partecipare per consentire ai cavesi di uscire di casa e andare a piedi dove succede qualcosa".

Il sipario si alzerà il 10 dicembre con Enzo Iacchetti e la sua “Intervista confidenziale” con Giogio Centamore. Poi si saluterà il nuovo anno con un divertente show di Capodanno, novità per il piccolo centro con tre donne Alessandra Iezzi, Laura Magni e Corinna Grandi. Il 13 gennaio arriverà Gene Gnocchi, mago del surreale, il 1° febbraio poi toccherà a Giobbe Covatta, un grande amico di Iacchetti che porterà “Sei gradi”, uno spettacolo sul clima affrontato in modo dissacrante. "In teatro non possiamo spostare le quinte e montare scenografie - ha aggiunto Sergio Sgrilli - quindi riusciamo solo a proporre degli show". A metà marzo sul palco salirà Cristiano Militello (noto per la sua rubrica “Striscia lo striscione”) che appartiene alla scuola toscana. "È anche un attore - ha proseguito il direttore artistico - e vi assicuro una serata incredibile". Un po’ più alto rispetto allo scorso anno il prezzo del biglietto che è passato dai 20 ai 25 euro. "Ho coniato il titolo “Altri percorsi” - ha sottolineato Sgrilli - e pensiamo di proporre altri spettacoli da gennaio". Soddisfatto il sindaco Michele Pini che ha rimarcato come Sgrilli si sia affezionato al teatro e l’anno scorso sia riuscito a proporre una stagione che "ha fatto invidia a tanti teatri di livello superiore. L’anno scorso abbiamo quasi esagerato, quest’anno togliamo il quasi".