L'intervento della polizia (foto di repertorio)
L'intervento della polizia (foto di repertorio)

Voghera (Pavia), 1 febbraio 2020 - Prima ha picchiato la sua ex compagna, poi si è barricato in casa tenendo in braccio il figlio di soli 8 mesi. È successo nella tarda serata di ieri a Voghera. È stata la donna a telefonare al commissariato e a chiedere aiuto. La volante è subito giunta sul posto. L'uomo, 24 anni, già agli arresti domiciliari, alla vista degli agenti si è affacciato dal balcone dell'alloggio urlando minacce nei confronti dei poliziotti.

Lo stesso 24enne, con in braccio il neonato, è sceso poi in strada con fare minaccioso verso l'ex compagna, ma è stato fermato dagli agenti che sono riusciti a sottrargli il bambino. L'uomo è stato arrestato, dopo aver cercato di aggredire gli agenti. Nel frattempo il padre del 24enne, un uomo di 50 anni, si è affacciato dalla finestra dell'alloggio al primo piano e, nel tentativo di aiutare il figlio a sottrarsi all'arresto, ha bersagliato i poliziotti con un lancio di bottiglie.

Gli agenti sono riusciti con non poca fatica ad entrare nell'appartamento, dove hanno arrestato anche il 50enne. Padre e figlio sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza del commissariato di Voghera, in attesa dell'udienza di convalida davanti al Tribunale di Pavia