Quotidiano Nazionale logo
4 lug 2017

Omicidio Rocchelli, il miliziano non risponde al Gip

Vitaliy Markiv si è avvalso della facoltà di non rispondere. Delegazione del consolato ucraino in visita in carcere

nicoletta pisanu
Il frame tratto da Radiobici.it mostra Andrea Rocchelli, il fotoreporter italiano di 30 anni colpito in un'imboscata vicino Sloviansk il 24 Maggio 2014. ANSA/ WEB/ YOUTUBE +++ NO SALES, NO TV EDITORIAL USE ONLY +++
Rocchelli

Pavia, 4 luglio 2017 - Il miliziano Vitaliy Markiv, ventotto anni, cittadino italiano e ucraino, questa mattina non ha risposto alle domande del Gip di Pavia durante l'interrogatorio di garanzia. Markiv è stato arrestato venerdì con l'accusa di omicidio volontario per la morte del fotoreporter italiano Andy Rocchelli, ucciso il 24 maggio 2014 a Sloviansk, in Ucraina, mentre stava documentando la guerra.

Markiv è formalmente accusato dalla Procura di Pavia di omicidio volontario aggravato: sarebbe stato a capo del gruppo armato appostato sulla collina da cui sono partiti i colpi di mortario che hanno ucciso il fotografo pavese e l'interprete Andrei Mironov. Markiv si trova in carcere a Pavia, lì dopo l'interrogatorio ha ricevuto la visita di una delegazione del Consolato ucraino. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?