Nuova Ztl, a febbraio 15mila multe ai residenti del centro: petizione per annullarle

Vigevano, numerose sanzioni sono state già annullate dalla Polizia locale in autotutela perché frutto di errori di lettura delle targhe

Controlli in Ztl

Controlli in Ztl

Accessi e uscite irregolari dalla Ztl istituita a inizio anno. Sono già migliaia le sanzioni recapitate ai residenti del centro storico. Una petizione lanciata da un abitante in via del Popolo, una delle zone più colpite, ha raccolto in pochissimo tempo oltre 200 firme. C’è stato chi ha ricevuto 20 verbali da 95,83 euro ciascuno, vale a dire qualcosa più di 2mila euro in totale; altri hanno riguardato più infrazioni nella stessa giornata.

Numerose sanzioni sono state già annullate dalla Polizia locale in autotutela perché frutto di errori di lettura delle targhe da parte delle telecamere poste ai varchi o dal rilevamento errato dei permessi di accesso. Come il caso di un medico che nella Ztl abita ed esercita la professione e può quindi entrare da tutti i varchi. I residenti stimano che per febbraio le multe supereranno quota 15mila. La loro richiesta è di mettere a punto un regolamento condiviso, che tenga conto delle problematiche che devono affrontare ogni giorno, oltre ad annullare le sanzioni. Nei prossimi giorni una delegazione guidata da Simone Vacchelli, il residente c he ha l anciato la petizione, avrà un incontro con il sindaco Andrea Ceffa.

«Nel frattempo – avverte il sindaco – ho chiesto alla Polizia locale di verificare ogni singolo caso". Le problematiche sono di due tipi: da un lato c’è una minoranza che dice di non essere a conoscenza delle modifiche introdotte, con la revisione dei permessi d’accesso passati da 5mila a 1.500; poi i cittadini alle prese con la grana di accessi e uscite. "C’è stato un lungo periodo di sperimentazione da luglio con la possibilità di chiedere e modifiche. Stranamente del problema ci si accorge solo quando il sistema sanzionatorio entra a regime".