Langosco, ladri in casa: tutto a soqquadro ma il bottino è magro

In assenza dei proprietari, abitazione messa completamente sottosopra per trovare e rubare pochi oggetti d'oro. Indagano i carabinieri

Indagano i carabinieri
Indagano i carabinieri

Langosco (Pavia), 10 febbraio 2024 - Un furto dal magro bottino, solo poco oro. Ma con il danno aggiuntivo della porta d'ingresso forzata e soprattutto il grave disagio di trovarsi l'intera abitazione messa sottosopra dai ladri. I proprietari sono rientrati a casa verso le 18 di ieri, venerdì 9 febbraio, dopo un'assenza di alcune ore, dalle 14 circa. E hanno chiamato i carabinieri, intervenuti a Langosco per il sopralluogo con una pattuglia della Stazione di Mortara, della Compagnia di Vigevano.

Nel mirino degli ignoti malviventi, un'abitazione indipendente in via Case Sparse. Hanno approfittato dell'assenza dei proprietari, forse dopo averne curato i movimenti nei giorni precedenti, oppure solo prendendo di mira un obiettivo a caso, scelto proprio perché in quel momento incustodito. Sta di fatto che hanno forzato la porta dell'ingresso principale e si sono così introdotti nell'abitazione. E l'hanno messa completamente a soqquadro, per cercare dove venivano tenuti nascosti i gioielli e gli ori di famiglia. Nel caos che i ladri hanno lasciato, per le vittime del furto è stato difficile verificare nell'immediatezza cosa fosse stato portato via e devono ancora completare l'elenco degli oggetti rubati dopo che avranno rimesso in ordine l'abitazione. Ma dalla prima ricognizione sembrerebbero mancare dalla casa pochi oggetti d'oro, un anello e forse un paio di braccialetti, per un valore di poche centinaia di euro, anche se spesso il valore affettivo è ben superiore a quello di mercato.