Ladri nel regno dell’elettronica. Irreperibile l’unico identificato

Riconosciuto grazie alle telecamere dopo che era già uscito con cellulare e notebook rubati .

Ladri nel regno dell’elettronica. Irreperibile l’unico identificato

Ladri nel regno dell’elettronica. Irreperibile l’unico identificato

Avevano rubato un cellulare e un notebook in un negozio di Mediaworld per un valore complessivo di duemila euro, nascondendoli sotto i vestiti, e poi se n’erano andati, riuscendo a uscire dal negozio senza far scattare gli allarmi. Ma non avevano fatto i conti con il sistema di videosorveglianza. Quando il titolare si è accorto del furto ha chiamato i carabinieri e ha mostrato loro le immagini registrate, dove si vedevano i due impossessarsi della merce. I militari hanno fatto una rapida ricerca e hanno dato un nome a uno dei due ladri, che è risultato essere un 38enne straniero senza fissa dimora, pregiudicato e irregolare sul nostro territorio. L’uomo, che non è stato trovato, è stato denunciato per furto aggravato, mentre si sta ancora cercando di dare un nome al suo complice.

Quattro persone sono invece rimaste senza patente per essere state trovate alla guida mentre avevano bevuto troppo. Domenica intorno alle 19.30 un autista ha perso il controllo della vettura che è uscita di strada, ha abbattuto la segnaletica verticale, è rientrata nella carreggiata e ha terminato la corsa sulla ciclabile, fortunatamente in quel momento deserta. Nessuno si è fatto male e sul posto è arrivata una pattuglia dei carabinieri che ha sottoposto il conducente all’alcoltest e il risultato è stato di quasi quattro volte sopra il massimo consentito, cioè 1.9 gl. Da qui l’immediato ritiro della patente e il sequestro dell’auto, visto che la vettura era intestata al conducente. Inoltre l’uomo, che ha 56 anni ed è italiano, è stato denunciato. Affronterà un processo che, oltre alla condanna, gli sospenderà la patente per alcuni mesi.

Altra patente sospesa sabato quando, su una cinquantina di controlli effettuati dalla Polizia locale, uno solo ha dato riscontro positivo, con un tasso alcolico di poco superiore al massimo consentito. Anche per questa persona c’è stata la sospensione della patente. A Cremona nel tardo pomeriggio di domenica poi patente ritirata a un 61enne italiano trovato con un tasso alcolico di 1.50 gl e sempre nel capoluogo, verso le 4 di lunedì, via la patente a 47enne italiano che aveva un tasso alcolico di 1.85gl. La sua auto è stata sottoposta a sequestro.