Il vescovo di Vigevano in campo: "Salviamo la sede delle Maddalene. Incontrerò io la Madre Generale"

Monsignor Maurizio Gervasoni intende evitare la chiusura della storica struttura di corso Genova con tutte le sue attività.

Il vescovo di Vigevano in campo: "Salviamo la sede delle Maddalene. Incontrerò io la Madre Generale"

Il vescovo Maurizio Gervasoni: «La Diocesi è disposta anche a entrare nella proprietà dell’edificio»

Un incontro, subito dopo Pasqua, per fare il punto della situazione. Il vescovo di Vigevano, monsignor Maurizio Gervasoni, incontrerà la Madre Generale della Congregazione di Piacenza che, un paio di settimane fa, aveva annunciato l’intenzione di chiudere la storica sede vigevanese di corso Genova. Il presule ha più volte ripetuto che la Diocesi ha tutto l’interesse a mantenere servizi e attività della struttura gestita dalle Suore Maddalene e che quindi sarà fondamentale aprire un dialogo.

Ma c’è di più: nel caso la decisione fosse irrevocabile, la Diocesi sarebbe disposta ad assumere la gestione della sede vigevanese e, nel caso la Congregazione decida di alienare l’immobile, a entrare in modo graduale nella proprietà del bene. Le Maddalene sono per Vigevano una vera istituzione: in città da oltre 150 anni, si sono occupate di accogliere bambini tolti alle famiglie oppure orfani. Per questo c’è una grande mobilitazione a sostegno del mantenimento della sede vigevanese, con l’avvio di una petizione che chiede di bloccare il trasferimento programmato per fine giugno. Nei prossimi giorni partirà la raccolta firme.

"Io sarò il primo firmatario", fa sapere il sindaco Andrea Ceffa. Nell’istituto di corso Genova oggi operano sei suore mentre una settima consorella è stata da poco trasferita a Torino ma non si tratta di un problema perché sarebbero disponibili altre dieci suore, per lo più eritree, pronte ad approdare in città per continuare la meritoria opera dell’istituto. Oltre a dare assistenza ai bisognosi, le suore gestiscono anche un pensionato per una ventina di donne, molte sono insegnanti fuori sede; la struttura ospita anche la Fondazione Madre Amabile, che assiste i minori in difficoltà, e alcuni servizi gestiti dalla Caritas.

U.Z.